Point of Light

Da WikiTrek.
Dsc.pngStagione 2 di Discovery
Numero di produzione: 201
Première americana: {{{EpisodiData USA}}}
Première italiana: {{{EpisodiData ITA}}}
Sequenza di trasmissione:
Prima TV USA: {{{EpisodiUSA}}}
Week Of della prima trasmissione USA:
Prima TV su NBC: {{{EpisodiNBC}}}
Prima TV su UPN: {{{EpisodiUPN}}}
Prima TV su Italia Uno:
Prima TV su (Canal) Jimmy: {{{EpisodiCJ}}}
Prima TV su La 7: {{{EpisodiL7}}}
Prima trasmissione sulla RAI: {{{EpisodiRAI}}}
Prima trasmissione su Tele Venezia: {{{EpisodiTLV}}}
Prima TV su Telemontecarlo: {{{EpisodiTMC}}}
Prima TV su CBS All Access: giovedì 31 gennaio 2019
Prima TV su Netflix: venerdì 01 febbraio 2019
Sequenza di trasmissione su Rete Quattro: {{{EpisodiR4}}}
Codice del The Next Generation Companion: {{{EpisodiCOD}}}
DVD europeo in cui è presente l'episodio:
VHS britannica dell'episodio:
Storia: Andrew Colville
Sceneggiatura:
Screenplay: {{{EpisodiScreenplay}}}
Regia: Olatunde Osunsanmi
Musica:
Produttore: {{{EpisodiProduttore}}}
Coproduttore: {{{EpisodiCoproduttore}}}
Produttore esecutivo: {{{EpisodiProd.Exec.}}}
Produttore associato: {{{EpisodiProd.Assoc.}}}
Consulente esecutivo: {{{EpisodiCons.Exec.}}}
Costo di produzione: {{{EpisodiCosto}}}
Incassi al botteghino: {{{EpisodiIncassi}}}
Durata: 50min
Titolo nella collana La pista delle stelle: {{{EpisodiPST}}}
Titolo italiano: Punto di luce
Titolo italiano scelto da Telemontecarlo: {{{EpisodiIT (TMC)}}}
Titolo spagnolo:
Titolo francese:
Titolo tedesco:
Titolo giapponese:
Titolo portoghese: {{{EpisodiPT}}}
Titolo brasiliano:
Titolo afrikaans (Sudafrica): {{{EpisodiZA (af)}}}
Titolo zulu (Sudafrica): {{{EpisodiZA (zu)}}}
Sonoro: {{{EpisodiSonoro}}}
Effetti speciali: {{{EpisodiSFX}}}
Rating americano: {{{EpisodiRating USA}}}
Titolo nell'edizione italiana in DVD: {{{EpisodiDVDITA}}}
Titolo provvisorio: {{{EpisodiPRO}}}
Titolo italiano proposto dallo STIC: {{{EpisodiSTIC}}}
Data delle versioni dello script:
Data delle riprese: {{{EpisodiRIP}}}

Personaggi e interpreti

Attori ospiti straordinari

Attori ospiti

Attori co-protagonisti

Navigatore episodi

< Precedente Successivo >
New Eden An Obol for Charon

Point of Light è un episodio della seconda stagione di Star Trek: Discovery.

Amanda Grayson si presenta inaspettatamente sulla Discovery per chiedere aiuto a Burnham. La sua apparizione tuttavia riaprirà ferite dal passato. Nel frattempo nell'impero Klingon, L'Rell deve combattere contro il suo stesso popolo per mantenere il potere e un equilibrio interstellare che si rivelerà essere molto fragile.

Trama

Tilly si sta allenando insieme ad altri allievi nell'ambito del Command Training Program. Corrono una mezza maratona lungo i corridoio della nave, ma Tilly viene interrotta dalle visioni di May Ahearn che la disturbano e la fanno restare indietro rispetto agli altri. Con uno sforzo estremo, Tilly taccia May, raggiunge gli altri cadetti e li supera per vincere la competizione, con grande soddisfazione di Saru.

Primo atto

Richiamati in plancia per un allarme giallo, Saru e Burnham assistono all'avvicinamento di una navetta privata che rifiuta di fornire informazioni sulla propria natura. La donna la riconosce come il trasporto personale di Sarek e si prepara a riceverlo a bordo, pensando che Sarek li voglia coinvolgere nella Task Force federale da lui assemblata per l'analisi dei sette segnali.
Con sua grande sorpresa, invece, Burnham accoglie Amanda Grayson: quest'ultima spiega alla sua figlioccia che Spock ha bisogno di aiuto e che solo lei può darglielo.

Nel frattempo, su Qo'noS, la Cancelliera L'Rell sta mostrando ai membri del consiglio una proiezione olografica del futuro incrociatore Classe D7 che, secondo i suoi auspici, solcherà gli spazi galattici con le insegne del nuovo Impero Klingon unito e non più di una delle 24 casate. La cancelliera spiega che il suo nuovo Tedoforo, Voq, supervisionerà lo sviluppo e la costruzione delle navi.
Kol-Sha, padre del defunto generale Kol, si oppone veementemente a questa decisione e deride il rapporto intimo esistente fra Ash Tyler e L'Rell. Tyler è considerato un umano traditore e la sua presenza nel consiglio è una offesa alle origini Klingon. La cancelliera taccia l'anziano ricordandogli che lo stesso T'Kuvma ha nominato Voq suo successore e che la decisione del suo ruolo spetta solo a lei, gli intima anche di rimuovere le decorazioni colorate sul volto, retaggio delle "vecchie" lotte interne fra casate. Kol-Sha insiste nella sua invettiva, finché Voq non lo attacca e gli toglie di persona il colore dalla faccia spiegando che "sporcarsi le mani" non è un lavoro per il Cancelliere dell'Impero, ma per il suo Tedoforo, che sia umano, Klingon o "entrambi".

A bordo della Discovery, Burnham discute dei Segnali Rossi con Amanda che dice di conoscerli già grazie a Sarek. Burnham sa della connessione tra i segnali e Spock, ma non riesce a elaborare niente di più approfondito per la mancanza di prove, ma Amanda ha qualcosa di nuovo per lei.
In visita alla Base Stellare 5, non le è stato possibile ottenere informazioni sullo stato di salute di Spock, nè tanto meno fargli visita, ma si è decisa alla fine a rubare i suoi dati medici per ottenere qualche informazione che non avrebbe potuto ottenere in nessun altro modo.

Nella residenza della Cancelliera, Voq entrando saluta Ujilli, zio di L'Rell, che però lo tratta con freddezza. Voq chiede conto di questo comportamento, ma la Cancelliera lo rassicura dicendo che la casa di Mo'Kai lo supporta in pieno, ma lui pretende di essere trattato come il Klingon Voq e non come l'umano Tyler. L'Rell risponde che se lui fosse Voq, allora mostrerebbe amore e passione verso di lei; l'uomo è costretto a confessare che la sua parte Tyler percepisce ancora le violazioni subite durante la prigionia.

Nell'ufficio di Pike, Amanda gli spiega che entrambi i suoi figli parlano con grande ammirazione del capitano e gli chiede quindi aiuto, ma Pike non vuole forzare la crittografia sulla cartella medica di Spock in quanto sarebbe una grave violazione del protocollo.
Decide comunque di entrare in contatto con Diego Vela, capitano della Base Stellare 5 per ottenere informazioni su Spock in maniera legale. Il suo amico gli spiega che il caso di Spock è classificato e gli rivela che il vulcaniano è in effetti ricercato per omicidio avendo ucciso tre medici durante la sua fuga dalla Base.
Una volta chiusa la comunicazione una cosa è chiara a tutti i presenti: Spock non è un assassino e tutta la faccenda è misteriosa. Pike decide allora di ordinare a Burnahm di decrittare la cartella medica di Spock.

Secondo atto

I dati medici su Spock riportano che il suo intelletto non risulta diverso dal normale, ma si riscontra una "estrema mancanza di empatia": Burnham ipotizza tra le altre cose, che questo posso essere spiegato con una "compromissione emotiva". Amanda invece sa che questa caratteristica è solo un modo per definire la psicopatia. Amanda pensa di essere la causa di questo problema, infatti, in ottemperanza a quanto deciso da Sarek di allevare Spock come un Vulcaniano, Amanda non gli ha mai mostrato il supporto emotivo, normale per una madre umana, che lo avrebbe solo confuso. Burnahm invece ne potè godere completamente.
Mentre il computer naviga nella cartella di Spock, sullo schermo mostra anche i disegni dell'Angelo Rosso, una visione perdurante dalla sua infanzia che anche Amanda conosce bene. Le due donne sono interrotte da una comunicazione importante che Burnham va a ricevere nel proprio alloggio.

Si tratta di una chiamata da parte di Tyler che spiega a Burnham come la posizione di L'Rell sia traballante sotto gli attacchi di alcune delle casate e del pericolo che, se la Cancelliera cadesse, la pace potrebbe andarsene con lei. Burnham si impegna a far salire l'informazione lungo la catena di comando, coglie l'occasione di spiegare brevemente la situazione con Spock e Amanda a Tyler. A suo volta l'uomo le espone le proprie difficoltà a vivere, quasi umano, a fianco della Cancelliera dell'Impero, capendo di rappresentare una debolezza per lei.

Sul ponte di comando della Discovery continuano le esercitazioni del CTP: Tilly si trova in una situazione delicata in quanto May continua a distrarla dai suoi delicati compiti e i discorsi con lei appaiono come deliri ai propri colleghi. May insiste nel voler vedere il vero capitano della Discovery, non riconoscendo nè Pike, nè la descrizione di Gabriel Lorca: in un impeto di rabbia Tilly abbandona l'esercitazione e la plancia in preda alla confusione e stremata dal comportamento di May.

Su Qo'noS Tyler è alle prese con la vernice di Kol-Sha che non ne vuole saperne di cancellarsi dalle sue mani, nel frattempo osserva un'ombra muoversi nell'oscurità e affronta Ujilli il quale gli rivela che non è la casa di Mo'Kai ad avere segreti con lui, ma la stessa L'Rell. Recatisi in una camera segreta, Tyler scopre la ragione di tanta segretezza: un neonato, il figlio suo e della cancelliera.

Terzo atto

L'Rell spiega come avesse scoperto la propria gravidanza proprio mentre Voq si sottoponeva al rito del choH'a' e, non potendo portare a termine tutto il loro piano di infiltrazione da gestante, il feto ha completato la sua maturazione ex-utero ragion per cui risulta sottopeso e debole. La Cancelliera non ha mai conosciuto il bambino nè gli ha dato un nome: i due genitori si confrontano sul loro dolore per avere un figlio sconosciuto. L'Rell spiega che il bambino rappresenta una debolezza per lei e invece un'ancora che lo tratterr ebbe nell'Impero, quindo invece le è chiaro che lui non resterà per sempre.
Tyler invece le ricorda di essere venuto volontariamente su Qo'noS e di avere alcuni ricordi di Voq secondo cui il loro amore era superiore a quello fra Kahless e Lukara: vedendo il bambino, albino come lo era Voq, Tyler si è sentito per la prima volta completo e, pur non avendo nessun ricordo di Voq, si impegna di crearne di nuovi del loro amore.

Amanda discute con Burnham della sua fuga, con destinazione la Terra, subito dopo l'attentato degli Estremisti della Logica alla sua scuola. Burhnam ricorda come non fosse arrivata nemmeno alla periferia di ShiKahr prima che Sarek la trovasse. Amanda rivela che, in realtà, fu Spock a rintracciarla: secondo i genitori fu una induzione logica in base agli schemi di comportamento conosciuti della sorellastra, ma in realtà Spock dichiarò sempre di essere stato guidato dall'Angelo Rosso.
Burnahm rivela infine alla madre di essere stata lei la causa della frattura familiare che separa Spock da tutti gli altri membri. Avendo paura che gli Estremisti colpissero anche lui mentre miravano a lei, data la loro vicinanza, Burnham decise di ferire Spock in maniera così profonda da allontanarlo per sempre. Amanda non riesce a farsi dire che cosa abbia fatto Burnham di così terribile e, alla rassicurazione della figliastra che riuscirà a trovare il vulcaniano, lei riprende la cartuccia con i dati medici del figlio dicendo che ci penserà in prima persona e si allontana da Burnahm lasciando infine la Discovery.

Tyler e L'Rell si recano a conoscere il loro figlio ma trovano la culla vuota e il cadavere dello zio appeso al soffitto. Kol-Sha contatta i due e spiega come la vernice tolta da Tyler fosse in effetti un sofisticato sistema di spionaggio nanometrico che ha permesso al Klingon di scoprire non solo i segreti politici della Cancelliera ma anche tutte le sue vulnerabilità personali. Richiede quindi un incontro per riconsegnare il figlio rapito in cambio della cessione del controllo del Consiglio e dell'Impero.

Tilly ritorna nei loro alloggi dove trova una Burnham molto scossa che le chiede cosa sia successo dato che Saru la ha contattata per assicurarsi dello stato di Tilly. La guardiamarina racconta tutte le esperienze precedenti con il "fantasma" di May e le confida di pensare di stare diventando pazza. Tilly le dice che May continua a parlarle e che non riesce a liberarsene. Burhnam scopre che May non sa cosa significa piangere, quindi deduce correttamente che non si tratta di un frutto dell'immaginazione di Tilly – perchè ne avrebbe altrimenti le stesse esperienze. Capisce che non si tratta nemmeno di una manifestazione della materia oscura quanto invece di una spora attivata dalla forma esotica di materia estratta nell'hangar della Discovery. Tilly non ha bisogno di un medico, ma di Stamets.

Tyler e L'Rell si confrontano con Kol-Sha e la Cancelliera non si piega al volere del Klingon capendo che, se firmasse l'abdicazione in suo favore, le loro vite sarebbero inutili. I due combattono allora contro le guardie di Kol-Sha e le uccidono con solo Tyler a subire una ferita. Kol-Sha però immobilizza i due con la propria arma e usa il sangue di Tyler per firmare con l'impronta di L'Rell il documento di abdicazione. Poco dopo un alieno incappucciato interviene liberando i due prigionieri e incapacitando Kol-Sha che viene subito dopo ucciso da L'Rell.
La misteriosa figura si rivela essere l'imperatrice Philippa Georgiou.

Atto quarto

Georgiou spiega ai due che lei mantiene la sua copertura come Philippa Georgiou, capitano a riposo e consulente della Sicurezza della Flotta Stellare. Dice a L'Rell che la situazione è ancora critica dato che il capo del Casato di Kor giace morto sul pavimento. L'umana richiede un incontro privato con la Cancelliera. Georgiou spiega come Tyler e il loro figlio rimangano sempre una debolezza che i suoi avversari potranno sfruttare.

Nella Ingegneria delle Spore, Stamets rileva una estesa rete micelica nella parte superiore del corpo di Tilly. Questo sembra impossibile in quanto tutti gli operatori delle spore ricevono una inoculazione contro possibili infezioni. May si manifesta ancora a Tilly e le spiega che Stamets è il capitano che stava cercando: è sicura che sia il capitano perché pilota la nave dalla camera di reazione.
Tilly ipotizza che l'inoculazione sia inefficace perché queste spore vengono in realtà dall'Universo dello Specchio ricordando che prima della loro fuga da quell'universo, molte spore sono state diffuse in ingegneria. Stamets in effetti trova un parassita fungino multidimensionale e riesce ad estrarlo dal corpo di Tilly sfruttando la sua predilezione per la materia oscura, usando il campione prelevato da Tilly precedentemente come una "calamita". Al termine dell'operazione, la guardiamarina sviene e il parassita alieno viene inglobato in un campo di forza da cui non può fuggire.

Parlando al Consiglio Klingon L'Rell spiega ai consiglieri il tradimento di Tyler che ha ucciso il loro figlio e ha trasmesso informazioni sull'assetto politico dell'Impero alla Federazione. Solo un intervento provvidenziale di Kol-Sha l'ha salvata da una morte certa. Di fronte alla folla, mostra le teste tagliate del proprio figlio e di Tyler. Spiega che il sacrificio di Kol-Sha deve essere di esempio per una nuova unità di tutte le Casate. Per questa ragione, lei non è solo il loro Cancelliere, ma la loro "madre".

A bordo di una nave sconosciuta in orbita intorno a Boreth, Tyler spiega a Georgiou come suo figlio diventerà un monaco e un devoto seguace di Kahless: non conoscerà mai i suoi genitori ma sarà al sicuro.
L'imperatrice gli mostra un distintivo della flotta nero e grigio che lui riconosce subito come emblema della Sezione 31.
Leland dice a Georgiou che Tyler è apprezzato dal Controllo ma che i suoi metodi di reclutamento vanno perfezionati. Lei gli intima di non dargli lezioni e che Tyler è "dentro".

Sezioni

In questo episodio…

  • Scopriamo che Sarek sta organizzando una task force per l'analisi delle Esplosioni Rosse per conto della Flotta Stellare. Sembra strano che l'equipaggio conosca questo fatto solo marginalmente in quanto la Discovery è responsabile per il maggior numero di informazioni raccolte sul fenomeno e non si capisce come mai non sia invece parte fondamentale di questo gruppo.
  • Per quanto già apparso nei trailer di presentazione della seconda stagione e nei precedenti episodi, qui è la prima volta che si cita esplicitamente il nome Angelo Rosso
  • Vediamo Burnham ancora dividere l'alloggio con Tilly. Sembra molto strano che un ufficiale di plancia non abbia un alloggio proprio e che addirittura lo debba condividere con una guardiamarina.
  • La Mek'leth di Tyler è identica a quella che si vede, stilizzata, nella sigla della serie
  • Burnham dice di essere una esoantropologa
  • Finalmente ci viene rivelato che i Black Badge sono distintivi della Flotta Stellare modificati per essere indossati dai membri della Sezione 31. La cose era già stata ampiamente anticipata fin dalla fine della prima stagione, ma questa è la prima volta che la notizia viene ufficialmente divulgata. Questi distintivi si sono visti fin dalle prime scene a bordo della Discovery, ma ancora non sappiamo per quale ragione ufficiali della Sezione 31 fossero a bordo. Tyler dice di conoscelri, ma di non averne mai visto uno: deduciamo quindi che il personale visto in Context Is for Kings aveva lasciato la nave almeno prima di Lethe. Non sembra quindi la loro presenza avesse a che fare con il propulsore a spore che è stato usato ben oltre quell'episodio.
  • Il personaggio di Leland appare per la prima volta in un episodio, anche se la sua prima apparizione in assoluto è stata su Twitter, nella bonus scene di Will You Take my Hand?.[1]

Note

  • Curioso notare che la nave di Classe D7 sia in questo episodio un importante progetto simbolo non solo di unità, ma anche di potere dei Klingon verso il resto della Galassia. Nel fan-film Prelude to Axanar, che rappresenta sostanzialmente un trailer per un progetto poi non realizzato per problemi legali, lo sviluppo della Classe D7 era appunto indicato come l'arma definitiva per la sconfitta della Federazione.
  • Nella conversazione fra Pike e Diego Vela si capisce che la conversazione audiovisiva è sostanzialmente caduta in disuso, ormai da molti anni, mentre il modo più diffuso di comunicare è la telepresenza olografica. Questo è in netto contrasto con quanto visto in tutte le serie che seguono questa cronologicamente.
  • La "compromissione emotiva" è un tema portante a proposito di Spock e Amanda in Star Trek (2009)
  • Per quanto sia solo uno dei molti casi considerati dalla psicologia, la Psicopatia è davvero associata a un deficit di empatia.
  • Burnham apprende la notizia sulla fragilità della posizione di comando di L'Rell come se fosse una notizia nuova e inaspettata, mentre invece questo è ovviamente ben chiaro alla Federazione fin dall'insediamento della nuova cancelliera.
  • Kenneth Mitchell in questo episodio interpreta Kol-Sha dopo aver recitato nel ruolo di suo figlio Kol nella prima stagione della serie. Questa notizia era stata anticipata da alcune fonti.[2]
  • L'aliena dietro le cui sembianze di nasconde l'imperatrice Philippa Georgiou appare in vari punti dell'episodio, forse come un assistente di Ujilli
  • Non è chiaro se Philippa Georgiou appaia teletrasportandosi sul posto oppure disattivando qualche tipo di campo di occultamento personale. Da notare che non ha nemmeno bisogno di usare un arma in quanto dispone di un drone personale che si occupa di sparare ai Klingon, evitando convenientemente L'Rell e Kol-Sha.
  • La astronave della Sezione 31 è dotata di gondole di curvatura a geometria variabile e pare avere un occultamento o un rivestimento "attivo" dello scafo.
  • Una delle donne Klingon porta sugli abiti un emblema come quello della decorazione di Worf: si può quindi pensare che sia la rappresentate del Casato di Mogh nel Consiglio.
  • Stamets dice che il parassita all'interno di Tilly è un "organismo eucariota". La cosa è corretta, ma si tratta di una informazione quantomeno vaga: del dominio degli Eucarioti fanno parte non solo tutti i funghi, ma anche le piante e gli animali.
  • Il campo di contenimento per l'organismo estratto dal corpo di Tilly segue il protocollo "Alpha-Omega"
  • Secondo Tyler, la replica della sua testa e di quella del bambino erano così precise da arrivare alla mappatura neurale: questo precisione è stata voluta dalla Sezione 31 probabilmente per poter sopportare possibile analisi forense, anche approfondita, del materiale biologico.
  • Da questo episodio in poi, i Klingon sono mostrati con i capelli: la rasatura completa vista nella prima stagione era solo una usanza di guerra. Non si capisce tuttavia perché i Klingon fossero già calvi fin da Battle at the Binary Stars.
  • In Choose Your Pain vediamo una nave Klingon identificata come "D7" di un design mai visto in precedenza. In Point of Light, L'Rell e Voq mostrano al Consiglio il progetto di quello che conosciamo, fin dalla Serie Classica, come Classe D7 degli incrociatori Klingon. Pare che questa svista sia stata poi corretta facendo rientrare la nave di Choose Your Pain nella Classe Sech e spiegando che "D7" è la designazione della Flotta Stellare per quel vascello, non la sua classificazione originale Klingon.[3] Da notare che, in Klingon, Sech si traduce come fiamma o torcia: il nome della classe potrebbe quindi essere un riferimento al Tedoforo.

YATI

  • La navetta di Sarek dovrebbe viaggiare con un identificativo trasmesso forte e chiaro, proprio per il suo status di trasporto diplomatico, invece sembra navigare in totale silenzio, spingendo addirittura la Discovery ad attivare l'allarme giallo.

Blooper

Produzione

  • A partire da questo episodio, il trucco dei Klingon è meno estremo rispetto a quanto visto nella prima stagione. Inoltre i loro dialoghi sono quasi esclusivamente in inglese e non più in lingua originale. Queste modifiche riavvicinano i Klingon di Discovery a quelli visti da The Next Generation in poi
  • Questo è il primo episodio scritto da Andrew Colville che si è aggiunto alla produzione nella seconda stagione come co-produttore esecutivo.

Tipo etichetta non definito

  • Il laboratorio scientifico di Burnham è una modifica dell'ufficio di Lorca nella prima stagione.
  • La plancia della nave della Sezione 31 è una modifica del medesimo set della USS Shenzhou, che era stato usato anche sulla sua controparte dello Specchio ISS Shenzhou.

Continuity

Citazioni

Michael Burnham: Stardate 1029.46. Personal log, Commander Michael Burnham. Any rational explanation for the seven signals that have appeared across the galaxy continues to escape me. And with it, perhaps, any chance of a relationship with my brother Spock. What did he see in them that I can't? My failure to understand feels like a failure to reach him at a time when he might me need me most.

Burnham: He assembled a Federation task force to study the seven signals. He might have news for us
Pike: He may want to discuss something else. I reported Spock's advance knowledge of the signals to Command. Information likely got back to the ambassador, with the news that his son admitted himself into a psychiatric hospital
Burnham: You didn't betrayed your friend, captain. You followed protocol.
Pike: It's easy to say, harder to believe.

Georgiou: Are you sure you want your boy to become a Monk?
Tyler: It's what L'Rell wants.
Georgiou: And you?
Tyler: To know where I belong, and to whom, and who belongs to me.

Riferimenti

Tipo etichetta non definito

Tipo etichetta non definito

Tipo etichetta non definito

Pagine che portano qui


Collegamenti esterni

Annotazioni

  1. A tidy little arrangement, @StarTrekNetflix su Twitter
  2. TrekMovie su Twitter
  3. Discovery Klingon Ship Classes, Ex Astrix Scientia


Navigatore Globale