The Red Angel

Da WikiTrek.
Dsc.pngStagione 2 di Discovery
Numero di produzione: 210
Première americana: {{{EpisodiData USA}}}
Première italiana: {{{EpisodiData ITA}}}
Sequenza di trasmissione:
Prima TV USA: {{{EpisodiUSA}}}
Week Of della prima trasmissione USA:
Prima TV su NBC: {{{EpisodiNBC}}}
Prima TV su UPN: {{{EpisodiUPN}}}
Prima TV su Italia Uno: {{{EpisodiI1}}}
Prima TV su (Canal) Jimmy: {{{EpisodiCJ}}}
Prima TV su La 7: {{{EpisodiL7}}}
Prima trasmissione sulla RAI: {{{EpisodiRAI}}}
Prima trasmissione su Tele Venezia: {{{EpisodiTLV}}}
Prima TV su Telemontecarlo: {{{EpisodiTMC}}}
Prima TV su CBS All Access: giovedì 21 marzo 2019
Prima TV su Netflix: venerdì 22 marzo 2019
Sequenza di trasmissione su Rete Quattro: {{{EpisodiR4}}}
Codice del The Next Generation Companion: {{{EpisodiCOD}}}
DVD europeo in cui è presente l'episodio:
VHS britannica dell'episodio:
Storia:
Sceneggiatura:
Screenplay: {{{EpisodiScreenplay}}}
Regia: Hanelle M. Culpepper
Musica:
Produttore: {{{EpisodiProduttore}}}
Coproduttore: {{{EpisodiCoproduttore}}}
Produttore esecutivo: {{{EpisodiProd.Exec.}}}
Produttore associato: {{{EpisodiProd.Assoc.}}}
Consulente esecutivo: {{{EpisodiCons.Exec.}}}
Costo di produzione: {{{EpisodiCosto}}}
Incassi al botteghino: {{{EpisodiIncassi}}}
Durata: 48min
Titolo nella collana La pista delle stelle: {{{EpisodiPST}}}
Titolo italiano: L'Angelo Rosso
Titolo italiano scelto da Telemontecarlo: {{{EpisodiIT (TMC)}}}
Titolo spagnolo:
Titolo francese:
Titolo tedesco:
Titolo giapponese:
Titolo portoghese: {{{EpisodiPT}}}
Titolo brasiliano:
Titolo afrikaans (Sudafrica): {{{EpisodiZA (af)}}}
Titolo zulu (Sudafrica): {{{EpisodiZA (zu)}}}
Sonoro: {{{EpisodiSonoro}}}
Effetti speciali: {{{EpisodiSFX}}}
Rating americano: {{{EpisodiRating USA}}}
Titolo nell'edizione italiana in DVD: {{{EpisodiDVDITA}}}
Titolo provvisorio: {{{EpisodiPRO}}}
Titolo italiano proposto dallo STIC: {{{EpisodiSTIC}}}
Data delle versioni dello script:
Data delle riprese: {{{EpisodiRIP}}}

Personaggi e interpreti

Attori ospiti straordinari

Attori ospiti

Attori co-protagonisti

Attori in ruoli non accreditati

Navigatore episodi

< Precedente Successivo >
Project Daedalus Perpetual Infinity

The Red Angel è un episodio della seconda stagione di Star Trek: Discovery.

La Discovery e il suo equipaggio uniscono le forze con il capitano Leland della Sezione 31: finalmente l'identità dell'Angelo Rosso viene svelata. I due equipaggi mettono in atto un piano per catturarlo, ma non sarà esente da rischi e alla fine non tutto andrà come previsto.
Il passato di Michael Burnham e della sua famiglia verrà a galla portando molte sorprese

Trama

A bordo della Discovery la dottoressa Pollard completa la cancellazione di tutti i ricordi di Airiam. Voq viene liberato dalla sua prigionia.
Dopo una cerimonia funebre nell'hangar navette, durante la quale molti dei suoi colleghi prendono la parola per un ultimo saluto, il corpo di Airiam viene espulso nello spazio.

Burnham e Voq si trovano in un turboascensore insieme e, durante il viaggio, l'uomo si complimenta per le sue parole. Lei gli dice di essere stata sicura della sua innocenza e di aver cercato di convincere il capitano Pike. Lui conclude che non porta rancore in quanto avrebbe fatto la stessa cosa in una situazione analoga.
Burnham capisce cosa Voq stia cercando di fare, ma gli dice che Controllo e la Sezione 31 sono in ultima analisi responsabili per la morte di Airiam e che Voq è comunque fedele a quella organizzazione.

Nell'ufficio del capitano, Pike, Saru, Burnham, Spock, e l'ammiraglio Cornwell riassumono quanto scoperto. Una evoluzione proveniente dal futuro di Controllo ha infettato Airiam per ottenere le informazioni dal database della Sfera necessarie per l'evoluzione della sua versione attuale.
Tutti i dati relativi a questa pericolosa evoluzione di Controllo sono stati eliminati dalla memoria di Airiam prima del funerale e la base della Sezione 31 è stata distrutta in precedenza dalla Discovery per eliminare ogni dato dal suo computer. Le navi della Sezione 31 hanno tutte eseguito controlli dei propri computer senza trovare tracce di copie di Controllo.
Pike è scettico sulla possibilità di avere davvero eliminato il sistema: è invece sicuro che il software si sia nascosto da qualche parte. Cornwell dice che dovranno essere pronti ad affrontarlo quando succederà.

Tilly interrompe la riunione e dice di avere trovato nelle memorie di Airiam un file chiamato Progetto Dedalo, le ultime parole dette a Burnham. Nel file ci sono dati bioneurali dell'Angelo Rosso e tutti sono stupiti nello scoprire che i dati coincidono esattamente con la biologia di Burnham.

Primo atto

In infermeria, il dottor Culber conferma che i percorsi bioneurali nel file corrispondono al 100% con quelli di Burnham e che è sostanzialmente impossibile che siano stati falsificati nella memoria di Airiam.
Pike è incredulo a proposito del fatto che "un giorno" Burnham si sveglierà e userà una tecnologia di viaggio nel tempo per salvare le forme di vita senzienti dell'intera Galassia. Spock spiega come questo sia in linea con il suo profilo psicologico, vista la sua tendenza a prendersi responsabilità più grandi di lei. Burnham è seccata da questa esternazione, ma l'analisi sembra sensata.
Spock aggiunge che la catastrofe che l'Angelo gli ha mostrato deve essere il risultato del raggiungimento dell'autocoscienza da parte di Controllo.

Burnham si chiede, se davvero è lei l'Angelo Rosso, come mai non abbia spiegato semplicemente la situazione ai suoi colleghi. Spock ipotizza che l'intensa radiazione tachionica che accompagna la tecnologia dell'Angelo impedisca le comunicazioni. Questo spiegherebbe anche la sua stessa difficoltà ad effettuare una fusione mentale.
Le Esplosioni Rosse quindi sembrano un modo per segnalare alla Flotta Stellare un qualche tipo di percorso, ma i tre già scoperti non sembrano seguire uno schema chiaro, mentre altri quattro restando da investigare.
Tramite interfono, Saru informa Pike e Cornwell dell'arrivo di una nave della Sezione 31.

In sala teletrasporto, Cornwell spiega a Leland e Georgiou che la Flotta Stellare ha ritirato ogni accusa alla Discovery e a Spock e quindi di non pensare di essere arrivati per arrestare qualcuno.
Leland spiega invece che la Sezione 31 vuole salvare la Federazione da chiunque la voglia attaccare dal futuro: dato che l'Angelo Rosso è l'unico soggetto ad avere la conoscenza del futuro, è necessario catturarlo e fare che lavori per loro.

Pike, Saru, e Burnham si incontrano nell'ufficio del capitano con Leland Georgiou e Voq a cui spiegano come si sia ormai certi dell'identità dell'Angelo come Burnham. Saru spiega che l'Angelo si muove nello spazio e nel tempo usando micro-wormhole e questi stessi sono un potenziale varco di ingresso per fare arrivare Controllo dal futuro al loro presente: bisogna impedire quindi che ne vengano aperti. Burnham è d'accordo e concorda anche sulla necessità di catturare l'Angelo.
Quando Pike chiede suggerimenti ai presenti, Leland inizia a spiegare come venti anni prima la Sezione 31 scoprì che i Klingon stavano ricercando il viaggio nel tempo: una tecnologia del genere nelle mani dei nemici della Federazione rappresentava ovviamente una minaccia insostenibile.
Iniziò quindi una "corsa agli armamenti" temporale: sotto gli auspici della Sezione 31 iniziò il Progetto Dedalo il cui prodotto più significativo fu un esoscheletro per i viaggi nel tempo. Una simulazione olografica mostra a tutti una replica esatta dell'armatura indossata dall'Angelo. L'armatura stava per essere testata quando spie Klingon riuscirono a distruggerla rendendo quindi vane le ricerche della Sezione 31 che abbandonò il progetto e lo diede per morto, fino all'apparizione dei segnali rossi.
La Sezione 31 sta lavorando a una trappola per topi per catturare l'utilizzatore dell'armatura, senza fargli del male. Burnham nota delle mancanze nella storia di Leland, ma il suo dibattito con il capitano e Giorgiou viene interrotto da Cornwell.
Pike assegna Stamets a lavorare con Giorgiou, Leland decide di studiare un modo per chiudere le micro-singolarità con un fascio di gravitoni, quando se ne manifesterà l'occasione. Saru si offre per aiutarlo nei calcoli.
Burnham e Spock fanno notare che, per far scattare la trappola, prima di tutto è necessario capire quando l'Angelo si manifesterà e devono quindi scoprire uno schema nelle sue apparizioni.

Secondo atto

Camminando lungo un corridoio, Burnham cerca di ottenere da Georgiou le informazioni che è sicura Leland non stia divulgando. L'imperatrice tuttavia le dice che lei ha tutte le informazioni che servono. Su insistenza dell'ufficiale, Georgiou ammette che le informazioni che desidera devono essere ottenute da Leland e se ne va nonostante le pressioni di Burnham.

In Ingegneria delle Spore, Stamets, Tilly e Georgiou analizzano le informazioni disponibili sull'armatura e capiscono che ha un qualche tipo di membrana protettiva che utilizza gravitoni per ancorarla alla sua linea temporale. Quando l'Angelo desidera tornare al suo tempo, questo fascio gravitonico lo riporta indietro come un elastico. Tilly propone di usare i Discriminatori di fase per impedire il funzionamento del fascio e poi di usare un impulso elettromagnetico per disattivare il cristallo temporale e impedire all'angelo di andarsene.
Stamets obietta che la potenza necessaria per alimentare i discriminatori di fase per questo scopo sarebbe equivalente a quella di dodici nuclei di curvatura, Georgiou ribatte che l'energia necessaria può essere prodotta con un reattore al Plasma su Essof IV, pianeta ricco di deuterio, già sede dei test del Progetto Dedalo.
Georgiou afferma che Stamets di questo universo è più intelligente della sua controparte nell'Universo dello Specchio, continua poi a discutere la diversità nell'orientamento sessuale delle due versioni di Stamets.
In mezzo all'imbarazzo generale e al disorientamento di Tilly, l'Imperatrice li lascia per recarsi da Pike per tracciare una rotta verso Essof IV.

Nhan raggiunge Burnham in un corridoio e desidera parlare a proposito di Airiam: l'ufficiale della sicurezza si sente evidentemente a disagio per aver provocato la morte della sua amica e, dopo il discorso toccante di Burnham, sa quanto le due donne significassero l'una per l'altra. Burnham la rassicura sul fatto di aver compiuto, in ultima analisi, un gesto corretto, nonostante la sorte toccata ad Airiam. Le due si riconciliano con una stretta di mano.

Nel laboratorio scientifico, Saru e Leland rivedono i dati a proposito delle micro singolarità. Saru stabilisce che queste tendono a chiudersi da sole su loro stesse, ma che devono trovare un modo di chiuderle forzatamente al bisogno. Un raggio di gravitoni potrebbe risolvere il problema, ma quello generabile dalla Discovery non sarebbe abbastanza potente. Al che Leland risponde che è sua intenzione emetterlo dalla sua nave, con l'aiuto di Voq. Chiede inoltre a Saru se è stata una idea di Pike metterlo sotto osservazione, ma il kelpiano risponde che è stata una sua iniziativa per valutare Leland, visti i metodi discutibili usati comunemente dalla Sezione 31.
Leland gli spiega che se pensa di poter stabilire le sue intenzioni solo stando in una stanza con lui si sbaglia di grosso. Saru ribatte che il suo istinto è molto sviluppato nel trovare situazioni o individui pericolosi: il kelpiano è convinto che Leland voglia proteggere gli equipaggi della Discovery e della NCIA-93 con ogni mezzo, confermando le sue intenzioni sostanzialmente buone, ma è sicuro anche che il capitano stia nascondendo molte informazioni. La conversazione è interrotta da Burnham che chiede a Saru di poter parlare con il capitano in privato.

Messo alle strette da un atteggiamento aggressivo di Burnham, irata per non aver ricevuto tutte le informazioni a proposito di un piano di cui fa parte e che porterà alla sua stessa cattura, Leland si decide a raccontare tutta la verità.
Spiega come Burnham e i suoi genitori fossero stazionati su Doctari Alpha per lavorare al Progetto Dedalo per conto della Sezione 31. Burnham ha sempre creduto che la famiglia fosse sull'avamposto per "cambiare aria", ma in realtà i genitori di Burnham, brillanti scienziati, stavano solo nascondendo informazioni classificate e potenzialmente pericolose alla figlia.
Il coinvolgimento di Leland riguardava l'acquisizione di un cristallo temporale, componente fondamentale, ma ancora mancante, per far funzionare l'armatura.
Un agente operativo Klingon trovò il cristallo al mercato nero vicino a un avamposto orioniano, Leland riuscì ad ottenerlo per primo e lo inviò su Doctari Alpha pensando che non fosse rintracciabile dai Klingon. La sua errata supposizione portò alla morte dei genitori di Burnham quando inaspettatamente i Klingon arrivarono ad attaccare l'avamposto.
Burnham è sconvolta per aver scoperto di essersi sbagliata nel pensare di aver provocato la morte dei propri genitori quando aveva insistito per restare qualche giorno in più su Doctari Alpha. Leland ammette di essere stato in gioventù troppo ambizioso e troppo superficiale e di non aver protetto abbastanza i genitori di Burnham. La donna lo colpisce con violenza una volta per ognuno dei genitori perduto per colpa sua e esce dalla stanza adirata avvisandolo che la faccenda non si chiude così.

Terzo atto

Burnham raggiunge Voq vicino al nucleo del computer e lo affronta a muso duro chiedendo se lui sapesse del coinvolgimento della sua organizzazione nella morte dei genitori.
Voq continua a sostenere che la Sezione 31 può fare molto di buono, anche se i suoi metodi sono spesso poco ortodossi e quasi sempre discutibili. Burnham lo lascia disgustata dal fatto che lui possa passare sopra la morte di persone innocenti con facilità.

Culber si reca dall'ammiraglio Cornwell per chiederle aiuto, sapendo che la sua specializzazione originale è la psicoterapia.
I due discutono a proposito della crisi d'identità del dottore che è comprensibile, ma che sfugge all'analisi essendo una esperienza al di là di ogni precedente conosciuto. Culber si sente completamente solo e si trova nella difficile situazione di ricordare tutto della sua vita precedente, ma di avere l'impressione che tutto sia un sogno, non il passato della sua stessa esistenza.
Il dottore non è sicuro di cosa prova per Stamets, ma è sicuro di non volerlo ferire, perché sa che è la persona che lo ama e che lui ha amato in precedenza. L'ammiraglio gli ricorda come l'amore sia una scelta non fatta una volta sola nel passato, ma da rinnovare in continuazione.
Una chiamata a Cornwell interrompe il loro discorso e, prima che se ne vada, lei ricorda a Culber che l'unico modo per creare una strada nuova è percorrerla.

Nella palestra della nave, Burnham sta sfogando la sua rabbia contro un manichino da allenamento, quando Spock la raggiunge e inizia a conversare con lei nonostante sia l'ultima persona con cui la sorella vorrebbe parlare.
Spock capisce la rabbia di Burnham e le riassume logicamente i fatti che l'hanno turbata in questa maniera. Il vulcaniano avrebbe voluto essere presente quando Burnham picchiò Leland in quanto pensa che l'avrebbe trovata un'esperienza molto soddisfacente.
Burnham, più calma, infine ammette la ragione di Spock nell'affermare che lei si sia presa tutta la responsabilità di fatti negativi avvenuti nella sua infanzia e si scusa per aver portato questo senso di colpa nella sua famiglia. Spock ricorda che all'epoca lei era solo una bambina con una capacità, appunto, da bambina di comprendere ed elaborare avvenimenti complicati anche per adulti con esperienza.
Burnham ringrazia il fratello per essere venuto a parlare con lei: anche lui ammette di aver apprezzato lo scambio di vedute inaspettato, ma utile e ringrazia a sua volta. Alla domanda del perché sia venuto a cercare Burnham, Spock annuncia di aver capito la divergenza nello schema di comportamento dell'Angelo: di nuovo, Burnham stessa ne è la causa.

Con la conoscenza della scoperta di Spock, Burnham può ora proporre a Pike un metodo per usare la trappola direttamente su Essof IV senza dover andare a cercare l'Angelo, ma facendolo venire da loro. Il loro errore è stato cercare di individuare l'Angelo in base ai segnali, ma l'apparizione dell'Angelo contemporaneamente ai segnali è casuale. I segnali rossi indicano la necessità di intervento da parte della Flotta per aiutare i bisognosi, mentre l'apparizione dell'Angelo coincide con una necessità di aiuto da parte di Burnham. In sostanza, Burnham, come Angelo rosso, interviene nella linea temporale quando la Burnham più giovane ha bisogno di aiuto per sopravvivere: si tratta di una soluzione al Paradosso del nonno, dato che la Burnham del futuro non può logicamente esistere se quella del presente smettesse di vivere.
L'unica trappola possibile, quindi è mettere in pericolo la vita di Burnham per convincere l'Angelo a intervenire: si propone quindi di lasciare Burnham esposta all'atmosfera tossica di Essof IV in modo che soffochi lentamente fino alla morte. Pike e Georgiou protestano veementemente, ma in ultima analisi non c'è altra soluzione: per catturare l'Angelo e salvare la Galassia, Burnham deve morire.

Quarto atto

La Discovery e la NCIA-93 giungono in orbita al pianeta Essof IV che definire "inospitale" è un eufemismo: la base Dedalo è ospitata in un bunker con supporto vitale. Georgiou nota l'ironia di doversi recare nel "nono cerchio dell'infero" per catturare un Angelo.
Tilly e un team di ingegneri iniziano a preparare i discriminatori di fase, mentre Pike spiega a Stamets che devono essere molto precisi nelle tempistiche dato che Burnham sopravviverà circa 2 minuti esposta alla atmosfera del pianeta. Spock aggiunge che non devono essere troppo rapidi nel salvare la loro collega perchè l'Angelo potrebbe non apparire non percependo un reale pericolo di vita per Burnham.

Burnham si reca nell'alloggio di Voq e gli chiede scusa per averlo accusato: si sentiva arrabbiata e non sapeva dove indirizzare questa rabbia. Voq capisce che l'abbia indirizzata dove pensava avrebbe potuto farlo liberamente.
La donna dice che non voleva che il loro scambio precedente fosse il loro ultimo colloquio ma Voq la invita a non pensarla così e le spiega che ha un intero equipaggio al lavoro per salvarle la vita. I due si baciano e, confessandosi le rispettive paure, restano insieme qualche istante prima di avviare la missione potenzialmente letale.

In plancia Saru annuncia che tutti gli apparecchi sono pronti e che la squadra di sbarco è sul posto. Prima di iniziare la procedura, il tenente Nilsson va a occupare la stazione di lavoro lasciata libera da Airiam, completando il complemento della plancia.
Culber si avvicina a Stamets per parlargli, ma lui lo interrompe dicendogli che non è proprio il momento e poi chiude la conversazione aggiungendo che il momento potrebbe non arrivare mai più.
Tutti sono pronti sulle due navi e nella sala controllo nel bunker. Spock si prende il compito di legare la sorella a una sedia per essere esposta all'atmosfera tossica.
Il soffitto mobile viene aperto e in pochi secondi Burnham inizia ad urlare in preda all'agonia.

Quando Burnham si trova in reale pericolo di vita e potrebbe non essere più possibile rianimarla, Georgiou si prepara a dare ordine di fermare l'esperimento, ma Spock la vede mormorare divergenza e capisce che la sorella intende dire che devono creare un situazione così grave che l'Angelo non abbia scelta se non intervenire. Per evitare che l'esperimento venga interrotto, punta un phaser contro i colleghi per impedire loro di intervenire.
Pike ordina a Spock di desistere, ma il vulcaniano è irremovibile.

Burnham muore sotto gli occhi dei colleghi. Pike ordina che venga teletrasportata a bordo, ma non è possibile per via di una qualche interferenza.
Finalmente un micro wormhole si apre e l'Angelo arriva sul posto per salvare Burnham come previsto.
La NCIA-93 non riesce a generare un flusso di gravitoni abbastanza potente, Leland allora si reca nella stanza del computer per disattivare i blocchi di sicurezza e aumentare l'energia del fascio oltre i limiti normalmente consentiti.

L'Angelo arriva nel bunker e riesce a rianimare Burnham: gli ufficiali della flotta possono adesso far scattare la trappola e avviare i discriminatori di fase.
Leland cerca di scavalcare i parametri di sicurezza confermando la sua autorità con uno scanner retinico, tuttavia si sente il computer della nave simulare la sua voce, prima di colpirlo attraverso il bulbo oculare con uno spillone appuntito scaraventandolo a terra. La voce di Leland simulata annuncia a Voq che l'energia necessaria al flusso gravitonico è ora disponibile e in effetti quest'ultimo può chiudere il buco nero.

Stamets chiude il soffitto del bunker e ripristina il supporto vitale mentre l'Angelo viene costretto a terra dai discriminatori. Un impulso elettromagnetico disattiva il suo cristallo temporale, al che la "ali" si ritraggono e l'occupante della armatura sembra cadere atraverso la parte frontale che si smaterializza e poi ritorna solida, cadendo a terra.
Stamets attiva un campo di contenimento mentre Burnham recupera lentamente i sensi e la lucidità, trovandosi faccia a faccia con l'Angelo.
Quando si rende conto dell'identità delle persona che si trova di fronte, l'unica parola che esce dalla bocca di Burnham è uno stupito «Mamma?».

Sezioni

In questo episodio…

  • Scopriamo che la base della Sezione 31 è stata distrutta dalla Discovery tra la fine del precedente episodio e l'inizio di questo
  • La memoria di Airiam viene cancellata e vediamo il suo servizio funebre
  • Dopo Brother, rivediamo il pavimento semovente dell'hangar navette
  • Ritornano i discriminatori di fase, noti soprattutto in Star Trek: The Next Generation per quanto visto in Time's Arrow - Part I e Timescape
  • Dopo settimane, finalmente i protagonisti si rendono conto che le esplosioni rosse appaiono come segnale di aiuto verso la Flotta Stellare, mentre l'apparizione dell'Angelo coincide con un momento di bisogno da parte di Burnham
  • L'attrice Sara Mitich torna a una consolle in plancia dopo averla lasciata nella prima stagione. Nel primo anno di Discovery Sara Mitich aveva interpretato Airiam, in questa stagione recita invece come Nilsson che è il rimpiazzo della cyborg alla sua postazione
  • Per la prima volta c'è una scena ambientata nella palestra della Discovery anche se l'ambiente si era già visto, nelle memorie di Airiam, in Project Daedalus

Note

  • Notare la menzione qui della corsa alle armi temporale, quando un tema portante di Star Trek: Enterprise fu la guerra fredda temporale
  • Le spie Klingon potrebbero essere Klingon infettati dal virus e quindi simili agli umani?
  • A parte la valenza drammatica, non si capisce perché sia necessario fare soffrire Burnham per provocarne la morte. Un sedativo abbastanza potente, per esempio, avrebbe potuto farla prima svenire e poi comprometterne le funzionalità vitali senza sofferenze. Dato che l'Angelo ha evidentemente una capacità avanzata di percepire il pericolo in cui si trova Burnham (o, più semplicemente, ricorda gli eventi del suo passato, dato che viene dal futuro), sarebbe quindi logicamente intervenuto in ogni caso, indipendentemente dal tipo di evento letale.
  • Che senso ha informare Burnham del piano per catturare l'Angelo? Se fossero effettivamente la stessa persona, Burnham del futuro avrebbe ricordato la trappola e l'avrebbe potuta evitare
  • Se Culber è sicuro al 100% dell'identità di Burnham come utilizzatore della Armatura, significa che questa è indossata sia da lei che dalla madre? Esistono più armature, o la stessa è usata in tempi diversi?
  • Giorni prima della messa in onda dell'episodio, alcuni utenti del sito TrekMovie avevano ipotizzato che i genitori di Burnham fossero gli utilizzatori dell'armatura e intuito la loro volontà di proteggere la figlia.
  • Il Nono cerchio dell'inferno nominato in maniera ironica da Georgiou punisce i "traditori di chi si fida": potrebbe essere un riferimento alla fiducia tra Burnham e l'Imperatrice che è lentamente cresciuta nel corso della stagione
  • Dalla descrizione, possiamo dedurre che Essof IV sia un pianeta di classe N o Y
  • La tecnologia dei micro-wormhole sarà usata dalla Federazione del XXiV secolo per comunicare con la Voyager nell'ambito del Progetto Pathfinder
  • I cristalli temporali si sono già visti in Magic to Make the Sanest Man Go Mad
  • Il mercato nero orioniano è lo stesso dove Leland ha reclutato l'Imperatrice Georgiou nella bonus scene di Will You Take My Hand?.[1]
  • Lo scanner retinico sulla NCIA-93 non è una tecnologia comunemente usata per lo scopo visto qui e sembra più che altro un espediente per mettere fuori combattimento Leland in maniera drammatica
  • Dopo essere caduto a terra, l'occhio ferito di Leland sembra rigenerarsi in pochi secondi
  • Sembra molto improbabile che lo stesso strumento possa essere contemporaneamente un discriminatore di fase, un generatore di impulso elettromagnetico e un emettitore di campo di forza. Notate inoltre come le "parabole" siano simili ai teletrasportatori in uso sulla Shenzhou come visto nei flashback di Battle at the Binary Stars

YATI

  • In The Sounds of Thunder, l'angelo Rosso usa un impulso elettromagnetico per mettere fuori uso la tecnologia Ba'ul: è molto improbabile quindi pensare che la sua armatura sia vulnerabile a un attacco dello stesso genere
  • L'uso del deuterio in un reattore al plasma qui sembra essere un mezzo per creare energia quanto 12 nuclei di curvatura. Per prima cosa, il nucleo di curvatura è uno strumento che può produrre, in linea teorica, una quantità di energia arbitraria, dato sufficiente combustibile e tempo: qui si intendeva probabilmente parlare di potenza generata. Ad ogni modo, la fusione nucleare basata sul deuterio, proposta come soluzione, è una tecnologia più primitiva rispetto all'annichilazione materia antimateria che viene effettuata all'interno dei nuclei di curvatura.
  • Incredibile la coincidenza per cui il sito di test del Progetto Dedalo sia un pianeta ricco di risorse utili al piano di cattura ideato in questo episodio, venti anni dopo il test. Incredibile inoltre come tutta la struttura di test sia stata abbandonata così com'era , pronta per essere riutilizzata qui.
  • C'è una fallacia logica nel piano per catturare l'Angelo. Una volta capito che l'Angelo ha conoscenza del futuro, Spock, già in If Memory Serves, aveva capito di dover seguire il suo piano per salvare la Galassia. Catturare l'Angelo, evidentemente contro la sua volontà, non può giovare a quel piano. Questo in quanto si presume che l'Angelo operi con una conoscenza degli eventi migliore, dato che comprende anche eventi futuri, rispetto a quella dei protagonisti che operano solo nel presente.
  • Lo ione perclorato è pericoloso e tossico per il sistema endocrino, ma sarebbe l'ultimo dei problemi per un umano esposto all'ambiente di Essof IV

47

Blooper

Continuity

Citazioni

Burnham: There are so many reasons to join Starfleet. We get to reach for the stars. We get to reach for the best in ourselves. But, most important, we get to reach for each other. We get to do what we love alongside colleagues who become friends… who become family. And who better to stand with, shoulder to shoulder, facing those pivotal moments? Who more painful to let go?

Cornwell: Love is a choice, Hugh, and one doesn't make that choice just once. One makes it again and again.

Riferimenti

Tipo etichetta non definito

Tipo etichetta non definito

Pagine che portano qui


Collegamenti esterni

Annotazioni

  1. A tidy little arrangement, @StarTrekNetflix su Twitter


Navigatore Globale