The Sounds of Thunder

Da WikiTrek.
Dsc.pngStagione 2 di Discovery
Numero di produzione: 206
Première americana: {{{EpisodiData USA}}}
Première italiana: {{{EpisodiData ITA}}}
Sequenza di trasmissione:
Prima TV USA: {{{EpisodiUSA}}}
Week Of della prima trasmissione USA:
Prima TV su NBC: {{{EpisodiNBC}}}
Prima TV su UPN: {{{EpisodiUPN}}}
Prima TV su Italia Uno: {{{EpisodiI1}}}
Prima TV su (Canal) Jimmy: {{{EpisodiCJ}}}
Prima TV su La 7: {{{EpisodiL7}}}
Prima trasmissione sulla RAI: {{{EpisodiRAI}}}
Prima trasmissione su Tele Venezia: {{{EpisodiTLV}}}
Prima TV su Telemontecarlo: {{{EpisodiTMC}}}
Prima TV su CBS All Access: giovedì 21 febbraio 2019
Prima TV su Netflix: venerdì 22 febbraio 2019
Sequenza di trasmissione su Rete Quattro: {{{EpisodiR4}}}
Codice del The Next Generation Companion: {{{EpisodiCOD}}}
DVD europeo in cui è presente l'episodio:
VHS britannica dell'episodio:
Storia:
Sceneggiatura:
Screenplay: {{{EpisodiScreenplay}}}
Regia: Douglas Aarniokoski
Musica:
Produttore: {{{EpisodiProduttore}}}
Coproduttore: {{{EpisodiCoproduttore}}}
Produttore esecutivo: {{{EpisodiProd.Exec.}}}
Produttore associato: {{{EpisodiProd.Assoc.}}}
Consulente esecutivo: {{{EpisodiCons.Exec.}}}
Costo di produzione: {{{EpisodiCosto}}}
Incassi al botteghino: {{{EpisodiIncassi}}}
Durata: 56min
Titolo nella collana La pista delle stelle: {{{EpisodiPST}}}
Titolo italiano: Il rumore del tuono
Titolo italiano scelto da Telemontecarlo: {{{EpisodiIT (TMC)}}}
Titolo spagnolo:
Titolo francese:
Titolo tedesco:
Titolo giapponese:
Titolo portoghese: {{{EpisodiPT}}}
Titolo brasiliano:
Titolo afrikaans (Sudafrica): {{{EpisodiZA (af)}}}
Titolo zulu (Sudafrica): {{{EpisodiZA (zu)}}}
Sonoro: {{{EpisodiSonoro}}}
Effetti speciali: {{{EpisodiSFX}}}
Rating americano: {{{EpisodiRating USA}}}
Titolo nell'edizione italiana in DVD: {{{EpisodiDVDITA}}}
Titolo provvisorio: {{{EpisodiPRO}}}
Titolo italiano proposto dallo STIC: {{{EpisodiSTIC}}}
Data delle versioni dello script:
Data delle riprese: {{{EpisodiRIP}}}

Personaggi e interpreti

Attori ospiti

Attori co-protagonisti

Attori in ruoli non accreditati

Navigatore episodi

< Precedente Successivo >
Saints of Imperfection Light and Shadows

The Sounds of Thunder è un episodio della seconda stagione di Star Trek: Discovery.

Una nuova esplosione rossa appare sui sensori e questa volta conduce la Discovery su Kaminar, il pianeta natale dei Kelpiani. Ancora una volta la nave e il suo equipaggio dovrà affrontare una missione di soccorso, ma in questo caso sarà in gioco la sopravvivenza di una intera specie.

Trama

Burnham sta rivedendo insieme a Tilly i progressi fatti nell'analizzare i dati della Sfera grazie al prezioso supporto di Airiam.

Saru si trova in infermeria dove il dottor Pollard sta analizzando i suoi recenti cambiamenti fisiologici. Al posto dei gangli nervosi, sul retro della testa stanno crescendo delle strutture basate sulla cheratina.
In infermeria si trova anche il redivivo Culbers che spiega a Saru di non sentirsi esattamente sé stesso, anche se Tracy Pollard ha fatto su di lui ogni test possibile e immaginabile. Saru lo invita a pensare che, sentirsi meno come era, significa forse sentirsi di più come deve diventare.

Pollard non può inquadrare statisticamente le modificazioni che accadono in Saru non avendo mai visto un altro Kelpiano, così come Saru non può sapere cosa succeda normalmente dopo il vahar'ai dato che lui non è a conoscenza di nessun suo simile che lo abbia superato.
L'unica cosa certa sembra appunto l'inibizione della risposta alla paura tipicamente vista in precedenza. Saru si interroga cosa sia un Kelpiano senza paura quando la sua razza è normalmente definita da questa risposta comportamentale.

Nell'ufficio del capitano, Burnham, Pike e Voq stanno discutendo dell'Angelo Rosso e delle esplosioni. Da quanto scoperto nelle settimane precedenti, sembra che l'Angelo sia un alieno capace di compiere incursioni temporali e che sia responsabile delle esplosioni rosse. La Sezione 31 pensa che l'Angelo possa essere responsabile di disastri, mentre Pike afferma che, in tutti i casi precedenti, si è trattato di "richiamare" la Discovery in luoghi dove fosse necessaria una missione di soccorso. Burnham rafforza l'affermazione del capitano, ricordando che l'angelo apparentemente guidò Spock nel ritrovare lei, in fuga da ragazzina.
A questo proposito, Voq chiede a Burnham se c'è un posto in particolare in cui pensa che Spock possa essere andato. La Sezione 31 ha investito notevoli risorse per rintracciarlo, apparentemente senza successo.
Prima che la donna possa rispondere, Pike viene richiamato d'urgenza in plancia.

Una nuova esplosione rossa è apparsa, in orbita a un pianeta di Classe M che Saru identifica al primo sguardo: si tratta del suo pianeta natale, Kaminar.

Primo atto

In rotta verso Kaminar a massima curvatura, l'equipaggio della Discovery viene aggiornato da Saru sul suo pianeta e sulle due specie senzienti che lo abitano: i Kelpiani suoi simili e i Ba'ul, loro predatori.
Burnham spiega che i Ba'ul sono tecnologicamente avanzati e hanno raggiunto la tecnologia di curvatura venti anni prima, rendendo quindi possibile il primo contatto con la Flotta Stellare. Il contatto fu ostile e la USS Archimedes reagì poi a un messaggio inviato dalla superficie, incaricando in seguito l'allora Tenente Philippa Georgiou di prelevare Saru.
Secondo Saru, la tecnologia avanzata dei Ba'ul è sufficiente a dominare l'intera razza Kelpiana e a mantenere le distanze sia dai loro conterranei che dalla Federazione. Nella mitologia Kelpiana non esiste nulla che possa essere riferito all'Angelo Rosso: tutta la loro cultura è incentrata sul "grande equilibrio", una falsità imposta dai Ba'ul.

La Discovery entra in orbita intorno a Kaminar e, non sorprendentemente, il segnale rosso scompare. Sulla superficie non si trova nessuna traccia dell'Angelo, mentre i Ba'ul non rispondono alle chiamate della nave, ma la analizzano solo da un punto di vista tattico, rendendo già chiare le loro intenzioni.
Saru suggerisce allora di contattare un sacerdote: una figura influente in ogni villaggio e che mantiene una rete di contatti in tutti quelli vicini. Pike non è convinto di effettuare un primo contatto con i Kelpiani, ma Burnham fa notare che i Kelpiani sanno dell'esistenza di alieni e del volo interstellare, almeno a grandi linee, anche se non hanno capacità di curvatura.
Pike decide di inviarla in missione, in qualità di esoantropologa, ma rifiuta di farla accompagnare da Saru che si è offerto volontario. Fra i due segue una conversazione tesa che viene smorzata da Burnham la quale spiega come vedere un alieno accompagnato da un Kelpiano risulterebbe in uno shock di minore entità. Pike infine si convince e invia i due nel villaggio natale di Saru con quest'ultimo che rassicura il capitano affermando che la sua lealtà va prima di tutto alla nave e alla missione.

In infermeria, Pollard spiega a Stamets che il corpo di Culbers è stato ricostruito dal sua DNA ed è quindi in condizioni "immacolate". Lo scienziato nota infatti la mancanza di una cicatrice che il suo compagno si era procurato a sedici anni durante un piccolo incidente in escursione fuori Cabo Rojo.
Pollard rassicura i due che il senso di disorientamento di Culbers è da ricondursi al suo sistema nervoso che si sta adattando agli stimoli fisici. Eseguiranno altri test, ma il dottore afferma che il suo collega è pronto a tornare a una vita normale.

Nel suo villaggio, Saru spiega a Burnham il modo di vivere dei Kelpiani e mostra l'occhio dei Ba'ul: il grande apparato che osserva ogni villaggio sul pianeta e a cui non è sfuggita la presenza dei due membri dell'equipaggio, per quanto loro non se ne rendano conto subito.
Il villaggio è sostanzialmente deserto per via dell'avvicinarsi della sera, momento in cui i kelpiani si nascondono in casa.
Nella foresta vicina, Saru trova il sacerdote del villaggio che scopre essere la sorella, Siranna, succeduta a loro padre dopo la sua presa dai Ba'ul. Lei è stupita di vederlo pensando fosse stato ucciso dai Ba'ul come punizione per aver desiderato sapere troppo.
Saru la introduce alla diversità della Galassia e le presenta Burnham alla quale i due offrono té di fredalia.

Siranna è arrabbiata con Saru per non avere più avuto sue notizie in quasi vent'anni e per aver capito che lui non è tornato per lei, ma come reazione alla esplosione rossa, vista anche dalla superficie, e alla ricerca dell'Angelo Rosso. Prima che Saru possa spiegare con un lungo discorso, il pilone Ba'ul si attiva presagendo l'avvicinarsi del raccolto e spingendo i due dell'equipaggio a ritornare sulla Discovery mentre Siranna cerca di controllare la situazione.

Secondo atto

Tornati a bordo, Burnham e Saru notano l'allarme giallo e si recano in plancia dove Pike li informa che i Ba'ul adesso stanno avviando le comunicazioni. Gli alieni pretendono che ciò che è stato sottratto (Saru) venga restituito al pianeta ricordando come la Federazione avesse promesso di non intervenire in questioni riguardanti il loro pianeta.
Pike informa che la Discovery sta indagano sulle esplosioni rosse e che il loro intento è preservare la pace, ma i Ba'ul sono irremovibili e dichiarano semplicemente di essere pronti a lasciare andare la Discovery se Saru verrà restituito.
Il Kelpiano è così adirato che fracassa la propria consolle e irrompe nella comunicazione accusando i Ba'ul di aver mentito e schiavizzato il suo popolo sottoponendolo a sofferenze non necessarie oltre ad aver impedito la loro evoluzione naturale. I Ba'ul compatiscono il Kelpiano che pensa di avere tutte le risposte, ma che in realtà non sa nemmeno chi è veramente.

Dieci enormi astronavi di pattuglia Ba'ul si dispiegano intorno alla Discovery e Pike ordina quindi l'allarme rosso. Quando le navi preparano le armi al fuoco, il capitano ricorda che Saru è un rifugiato politico della Federazione dei Pianeti Uniti oltre che un ufficiale della Flotta Stellare e quindi spiega che verrà protetto con tutti i mezzi. Intima quindi i Ba'ul a scegliere con molta cura la mossa successiva.
In tutta risposta i Ba'ul iniziano ad attivare i piloni nei villaggi, cosa che potrebbe portare a un omicidio di massa. Saru chiede al capitano di intervenire, ma quest'ultimo gli ordina di lasciare la plancia.
Saru si reca infine nella sala teletrasporto dove lo raggiunge Burnham, armata, che però non se la sente di usare la forza per impedirgli di sbarcare.

Il Kelpiano si teletrasporta via e il sua segnale, tracciato in plancia, viene perso in pochi secondi. Le navi di pattuglia si ritirano avendo ottenuto ciò che volevano.

Terzo atto

Burnham chiede aiuto a Tilly e Airiam per ottenere più informazioni a proposito della storia di Kaminar e dei suoi occupanti e per capire come mai i Ba'ul siano così preoccupati dal ricatturare Saru dopo aver scoperto che lui ha superato il vahar'ai. La Sfera ha osservato il pianeta a ha accumulato migliaia di anni di dati statistici, in particolare tracciando le popolazioni dei Ba'ul e dei Kelpiani: risulta chiaro che in origine i Kelpiani (evidentemente la parte della popolazione post-vahar'ai) fossero la specie predatrice dei Ba'ul. Circa 2.200 anni prima, questi ultimi vennero spinti sull'orlo dell'estinzione. Un loro maggiore progresso tecnologico li salvò probabilmente dalla catastrofe convincendoli della necessità di "contenere" i Kelpiani.

Saru si risveglia in una sorta di cella Ba'ul dove viene teletrasportata anche la sorella. I due hanno un'altra breve discussione sulla scomparsa di Saru e sui sentimenti contrastanti della sorella verso di lui.
Verranno presto interrotti dall'arrivo di droni che spingono i due alla parete dove vengono incatenati ai polsi e al collo.
Da una piccola piscina di liquido al centro della stanza emerge la figura aliena di un Ba'ul.

Saru si dimena mentre è incatenato e una risposta spontanea alla presenza del Ba'ul fa uscire aculei – dove si trovavano precedentemente i gangli della paura – che vengono scagliati contro l'alieno. Il Ba'ul è protetto da un campo di forza personale e nota come, nonostante Saru sia il primo Kelpian a superare il vahar'ai in due millenni, la sua risposta aggressiva non è mutata di una virgola. Questo conferma al Ba'ul la bontà della loro scelta: lasciati indisturbati, i Kelpiani avrebbero distrutto ogni cosa sulla loro strada.
Saru replica che i Ba'ul sono fragili e si nascondono dietro la loro tecnologia. L'alieno conclude che non si può permettere al passato di ripetersi: Siranna e Saru saranno studiati e poi eliminati per impedire la diffusione della verità.
Dopo che il Ba'ul si ritira, un drone si prepara a muovere su Saru con una lama affilata, ma il Kelpiano, con una grande dimostrazione di forza, si libera dalla prigionia, a mani nude abbatte i droni e infine libera anche la sorella dicendole che la bugia deve finire.

Sulla Discovery Burnham aggiorna il capitano sulle scoperte fatte negli archivi della sfera. Saru riesce a mettersi in contatto coni suoi colleghi e dice di essere prigioniero in una struttura di qualche tipo.
Discutendo tutti insieme sugli eventi si decide di sfruttare le frequenze emesse dalla Sfera che avevano scatenato il vahar'ai in Saru per innescare la trasformazione in tutti i Kelpiani, mettendo quindi di Ba'ul davanti al fatto compiuto. Si ritiene che la tecnologia avanzata dei Ba'ul impedirà ai Kelpiani di arrivare all'annientamento della loro specie e che, nel futuro, le due specie impareranno a coesistere.

Tilly fornisce a Saru la frequenza esatta e il Kelpiano collega il suo trasmettitore alla rete dei Ba'ul per trasmetterlo in tutto il pianeta. Insieme a tutti i loro simili, la sorella si accascia in preda all'agonia.

Quarto atto

Mentre in tutto il pianeta sempre più Kelpiani subiscono il vahar'ai, da un lago sulla superficie emerge una fortezza Ba'ul di circa 50km di diametro: Pike ordina di verificare se è possibile penetrare gli scudi della struttura per verificare la presenza di Saru nella struttura e per teletrasportarlo via.
I Ba'ul iniziano una accumulo energetico nei piloni: si preparano a commettere un genocidio piuttosto che permettere ai Kelpiani di evolvere. Pike ordina l'apertura di un canale e intima ai Ba'ul di interrompere il piano: la Federazione si prenderà carico delle trattative per un dialogo pacifico tra i due popoli. Se invece lo sterminio fosse portato a termine, la Flotta Stellare interverrebbe.
Pike ordina a Rhys di preparare i siluri fotonici per colpire i piloni, ma non sarà possibile distruggerli tutti simultaneamente dato che sono migliaia distribuiti su tutta la superficie.

Improvvisamente, in orbita appare un Segnale Rosso da cui parte un lampo di energia diretto verso la fortezza: Saru vede l'Angelo Rosso con i suoi occhi. L'angelo genera un impulso elettromagnetico così potente da disabilitare la fortezza e tutti i piloni sul pianeta. Detmer nota che una cosa del genere dovrebbe essere "impossibile".
Siranna e Saru tornano nel villaggio: vedono il pilone distrutto e incontrano persone confuse per essere sopravvissute al vahar'ai. Siranna spiega che è la verità ad essere sopravvissuta e che è il momento di arrivare a un nuovo equilibrio, stavolta uno che sia vero.

Nella sala mensa, Pike incontra Voq e gli consegna un PADD con il rapporto di Saru, condiviso nello spirito della collaborazione. La migliore vista dei Kelpiani ha permesso a Saru di identificare l'angelo come un umanoide dotato di un esoscheletro meccanico di qualche tipo.
Voq nota come un alieno con tecnologia avanzata e con la capacità di viaggiare nel tempo preoccupa molto Controllo che ha analizzato gli eventi ritenendoli pericolosi per la Federazione.
Pike contraddice l'analisi mostrando che per il momento l'angelo rosso ha solo fatto del bene alle persone con cui è venuto in contatto. Ricorda a Voq che la guerra è finita e che Controllo mostra solo paranoia nelle sue analisi.
Voq conclude dicendo che lo scopo della Sezione 31 è appunto non entrare in un'altra guerra, dato che alcuni sono rimasti profondamente segnati da quella precedente, sottolineando con questo l'assenza della Enterprise dal fronte.

Saru mostra a Siranna le piante originarie del suo pianeta natale che il Kelpiano ha fatto crescere nel suo alloggio con i semi portati con sé alla partenza da Kaminar. Propone alla sorella di restare con lui e viaggiare fra le stelle, ma lei rifiuta ricordando che Kelpiani e Ba'ul hanno una lunga strada davanti per convivere pacificamente.
Siranna parte dalla Discovery felice, sapendo adesso che il fratello non è scappato con paura, ma si è diretto verso le stelle con speranza.

Fuori dalla sala teletrasporto Saru si dice certo che, come lui ha ritrovato la sorella che credeva persa per sempre, anche Burnham farà lo stesso con Spock.
Burnham non è così sicura, ma ha capito in questa avventura che la cosa che deve fare per ritrovare il fratello è la stessa fatta da Saru: tornare a casa, su Vulcano.

Sezioni

In questo episodio…

  • Si dice esplicitamente che senza Airiam sarebbe stato più lungo e complesso categorizzare le informazioni provenienti dalla Sfera. Si consolida quindi l'idea che Airiam abbia anche un cervello almeno parzialmente computerizzato o comunque in grado di catalogare informazioni in maniera efficiente.
  • Voq indossa la uniforme della Discovery con il Black Badge della Sezione 31
  • L'equipaggio si rende conto che l'apparizione delle Esplosioni Rosse coincide con la necessità di una missione di salvataggio, cosa già notata da noi in New Eden
  • Si dice esplicitamente che la postazione in plancia davanti a destra è la OPS. Come previsto, la Discovery segue quindi la convenzione Star Trek: The Original Series e non quella vista dalla Star Trek: The Next Generation in poi
  • Scopriamo che i Kelpiani erano la specie predatoria originale del pianeta Kaminar
  • Abbiamo conferma che gli eventi di The Brightest Star avvengono 18 anni nel passato della seconda stagione della serie
  • Si introduce il concetto secondo cui Culbers non sia esattamente identico all'originale
  • Scopriamo che Kaminar è al di fuori dello spazio Federale
  • A T42:49, Saru effettua la manovra Picard con la giacca della sua uniforme.
  • Saru dice che, nella Galassia conosciuta, ci sono "centinaia di migliaia" di forme di vita che usano un qualche tipo di linguaggio

Note

  • Dopo avere bellamente ignorato la cosa fin da An Obol for Charon, finalmente il Dottor Ballard si decide a fare una analisi approfondita delle modificazioni fisiologiche subite da Saru
  • Le incursioni temporali sono un concetto già visto: ampiamente usate da Annorax e Daniels (daniels), sono state sfruttate anche dai Borg
  • C'è una somiglianza tra il Ba'ul visto qui e Armus di Vagra II. A questo proposito le autrici della storia hanno dichiarato: «The resemblance to Armus is merely coincidental»[1]
  • Nonostante nell'episodio l'argomento non sia trattato nel dettaglio, è interessante notare come i Ba'ul, per quanto crudeli verso i Kelpiani, si dimostrano per certi versi ragionevoli. La Discovery non viene attaccata e le navi si ritirano subito dopo la resa di Saru. Inoltre i Ba'ul avrebbero potuto spazzare via dal pianeta tutta la popolazione Kelpiana in qualsiasi momento, ma hanno permesso loro di vivere mantenendoli "solo" sotto stretto controllo con la "raccolta". Probabilmente i Ba'ul hanno agito sulla base della paura ancestrale per essere arrivati sull'orlo della estinzione. L'argomento è brevemente trattato in una intervista con le autrici della storia.[1]
  • Nonostante sarebbe bastato un intervallo molto inferiore, Saru imposta convenientemente il ritardo del teletrasporto a 1 minuto permettendo così lo scambio di battute con Burnham
  • Ci sono 4.056 piloni su Kaminar, implicando lo stesso numero di villaggi dei Kelpiani
  • Il pilone di ogni villaggio è chiamato Occhio Vigile
  • La popolazione di Kaminar di 2300 anni nel passato era composta da 23.005 Ba'ul, 26.503 Kelpiani "non evoluti" e 29.01… Kelpiani "evoluti". Considerando che Kaminar è un pianeta di Classe M e che all'epoca le due popolazioni erano ancora dotate di una tecnologia primitiva, si può ragionevolmente pensare che i numeri rappresentino le migliaia, stabilendo quindi la popolazione del pianeta in oltre 78 milioni di individui. L'anno esatto mostrato sul monitor è 2220.

YATI

  • La Discovery ha subito importanti danni causati dall'esposizione al micelio nell'episodio precedente eppure qui sembra essere in piena efficienza, nemmeno un graffio sullo scafo.
  • Subito dopo che il dottor Pollard afferma che il corpo di Culbers è "immacolato", essendo stato ricostruito dal DNA, tutti si stupiscono della assenza della cicatrice. La sparizione di questo segno è una conseguenza diretta della affermazione fatta pochi secondi prima: nessuno avrebbe dovuto stupirsene, a maggior ragione i due dottori in medicina.
  • Quando Pike espelle Saru dalla plancia, quest'ultimo sale sul turboascensore, non tocca nessun controllo nè dice nulla al computer. La cabina tuttavia parte e si ferma magicamente proprio vicino alla sala teletrasporto, nonostante Saru non avesse ancora deciso di scendere sul pianeta
  • Saru e Burnham non fanno nulla per nascondersi alla vista del pilone e poi si stupiscono che i Ba'ul abbiano rilevato la loro presenza
  • Lo shuttle visto in The Brightest Star è identificato dalla sigla SHN 03. Considerando che gli shuttle della Discovery hanno sigla DSC, si era originariamente pensato che, seguendo uno standard, quella potesse essere una navetta della Shenzhou. In The Sounds of Thunder, tuttavia, viene detto che Philippa Georgiou all'epoca era ufficiale della USS Archimedes.
  • A parte l'effetto scenico, non si capisce perché la comunicazione dei Ba'ul debba risultare in un abbassamento del livello luminoso in plancia.
  • Similmente a quanto discusso in The Brightest Star, in questo episodio Saru riesce ad assemblare un dispositivo di comunicazione con un drone distrutto, con questo comunica con la Discovery e poi riesce a interfacciarlo con il sistema di comunicazione planetario dei Ba'ul. Tutto questo a mani nude, avendo solo una vaga conoscenza della tecnologia.
  • In due minuti l'equipaggio decide di scatenare una mutazione in una intera popolazione senza curarsi troppo degli effetti. Come detto, Saru è l'unico esempio di Kelpiano uscito dal vahar'ai: non si hanno dati statistici per stabilire se questa "crescita" possa avere effetti collaterali. É molto probabile, per esempio, che sia fisiologicamente programmata per accadere in età adulta: averla scatenata anche in bambini e addirittura neonati, potrebbe aver significato danni gravi. Nessuno si è posto minimamente il problema.
  • Difficile credere che sparare un siluro fotonico su un dispositivo tecnologico che sta accumulando energia per distruggere il villaggio possa non avere lo stesso identico effetto distruttivo.

47

Blooper

Produzione

  • Il linguista Marc Okrand (inventore del linguaggio Klingon e Vlucaniano) riceve menzione qui come Kelpien language consultant.

Okudagram

Versione italiana

  • I sounds al plurale del titolo originale, diventano suono al singolare in italiano, per nessuna ragione evidente.

Continuity

  • Si mettono in relazioni le Esplosioni Rosse con il viaggio nel tempo

Citazioni

Saru: Perhaps, in feeling less like you were, you are more like who you were meant to become

Portavoce dei Ba'ul: You think you know everything, Kelpien, but you do not even know what you are

Pike: This is Captain Pike. I will not allow you to wipe out an entire race. Your fear of the Kelpiens has blinded you to a peaceful solution. Starfleet can help you negotiate a new balance between your two species, protecting everyone on your world. However, if you choose to murder the entire Kelpien population, you will become our enemies. Choose wisely.

Siranna: The truth has survived. It is time for a true balance to be restored. You do not have to be afraid anymore.

Riferimenti

Tipo etichetta non definito

Tipo etichetta non definito

Pagine che portano qui


Collegamenti esterni

Annotazioni


Navigatore Globale