Light and Shadows

Da WikiTrek.
Versione del 10 mar 2019 alle 09:05 di Lucamauri (Discussione | contributi) (Personaggi, correzioni)
(diff) ← Versione meno recente | Versione attuale (diff) | Versione più recente → (diff)
Dsc.pngStagione 2 di Discovery
Numero di produzione: 207
Première americana: {{{EpisodiData USA}}}
Première italiana: {{{EpisodiData ITA}}}
Sequenza di trasmissione:
Prima TV USA: {{{EpisodiUSA}}}
Week Of della prima trasmissione USA:
Prima TV su NBC: {{{EpisodiNBC}}}
Prima TV su UPN: {{{EpisodiUPN}}}
Prima TV su Italia Uno: {{{EpisodiI1}}}
Prima TV su (Canal) Jimmy: {{{EpisodiCJ}}}
Prima TV su La 7: {{{EpisodiL7}}}
Prima trasmissione sulla RAI: {{{EpisodiRAI}}}
Prima trasmissione su Tele Venezia: {{{EpisodiTLV}}}
Prima TV su Telemontecarlo: {{{EpisodiTMC}}}
Prima TV su CBS All Access: giovedì 28 febbraio 2019
Prima TV su Netflix: venerdì 01 marzo 2019
Sequenza di trasmissione su Rete Quattro: {{{EpisodiR4}}}
Codice del The Next Generation Companion: {{{EpisodiCOD}}}
DVD europeo in cui è presente l'episodio:
VHS britannica dell'episodio:
Storia:
Sceneggiatura: Ted Sullivan
Screenplay: {{{EpisodiScreenplay}}}
Regia: Marta Cunningham
Musica:
Produttore: {{{EpisodiProduttore}}}
Coproduttore: {{{EpisodiCoproduttore}}}
Produttore esecutivo: {{{EpisodiProd.Exec.}}}
Produttore associato: {{{EpisodiProd.Assoc.}}}
Consulente esecutivo: {{{EpisodiCons.Exec.}}}
Costo di produzione: {{{EpisodiCosto}}}
Incassi al botteghino: {{{EpisodiIncassi}}}
Durata: 40min
Titolo nella collana La pista delle stelle: {{{EpisodiPST}}}
Titolo italiano: Luci e ombre
Titolo italiano scelto da Telemontecarlo: {{{EpisodiIT (TMC)}}}
Titolo spagnolo:
Titolo francese:
Titolo tedesco:
Titolo giapponese:
Titolo portoghese: {{{EpisodiPT}}}
Titolo brasiliano:
Titolo afrikaans (Sudafrica): {{{EpisodiZA (af)}}}
Titolo zulu (Sudafrica): {{{EpisodiZA (zu)}}}
Sonoro: {{{EpisodiSonoro}}}
Effetti speciali: {{{EpisodiSFX}}}
Rating americano: {{{EpisodiRating USA}}}
Titolo nell'edizione italiana in DVD: {{{EpisodiDVDITA}}}
Titolo provvisorio: {{{EpisodiPRO}}}
Titolo italiano proposto dallo STIC: {{{EpisodiSTIC}}}
Data delle versioni dello script:
Data delle riprese: {{{EpisodiRIP}}}

Personaggi e interpreti

Attori ospiti straordinari

Attori ospiti

Attori co-protagonisti

Attori in ruoli non accreditati

Navigatore episodi

< Precedente Successivo >
The Sounds of Thunder If Memory Serves

Light and Shadows è un episodio della seconda stagione di Star Trek: Discovery.

L'arrivo di Burnham su Vulcano porterà alla luce segreti di famiglia del presente e del passato.
La Discovery e il suo equipaggio indagano a fondo sull'anomalia intorno a Kaminar e dovranno affrontare invece una sfida contro il futuro.
La Sezione 31 affronterà il suo primo fallimento, grazie a Burnham e a un alleato inaspettato.

Trama

Burnham e Pike si confrontano su Spock e sulle sue visioni dell'Angelo Rosso. Burnham chiede il permesso di poter tornare su Vulcano dove pensa di poter trovare altri indizi a proposito del luogo in cui si trova il fratello.
Burnham sottolinea che loro devono essere i primi a trovare Spock e che, pur sapendo che Sarek li avrebbe avvertiti in caso avesse qualche ulteriori indizi, Amanda Grayson potrebbe non essere del tutto aperta a condividere informazioni con il marito. Pike accetta e la invita a lasciare la nave su uno shuttle mentre la Discovery resterà in orbita introno a Kaminar per effettuare scansioni dell'anomalia apparsa in orbita in precedenza.

In plancia, Saru spiega che le particelle tachioniche, residuo dell'Esplosione Rossa, sono consistenti con le analisi dal team dell'Ammiraglio Cornwell effettuate nel campo di asteroidi interstellare. Tilly interviene spiegando che la concentrazione è incredibilmente alta, inspiegabile sia da fenomeni naturali estremi (come le supernovæ) o dalle tecnologie conosciute.
Pike ordina la preparazione di una sonda per analisi più approfondite, ma le distorsioni temporali impediscono un corretto puntamento degli scanner, il capitano ordina quindi una rotta di avvicinamento per ridurre la distanza dall'anomalia.

Voq irrompe in plancia e chiede dove si trovi Burnham esigendo una risposta dettagliata in caso la sua licenza abbia a che fare con la ricerca di Spock. Pike, per niente intimorito dall'aggressione dell'agente, gli risponde che il capitano non deve rendere conto del suo operato alla Sezione 31.
Improvvise anomalie temporali sulla plancia e l'apparizione di una frattura spaziale convincono Pike a interrompere l'avvicinamento della nave e continuarlo invece con uno shuttle su cui verrà imbarcata la sonda.

Pike piloterà la navetta in prima persona, avendo iniziato la sua carriera come pilota collaudatore, ma Voq si risolve di viaggiare con lui spiega che, anche se viene tenuto all'oscuro di Burnham e della sua missione a proposito di Spock, Pike deve condividere con lui le informazioni a proposito dell'Angelo e delle Esplosioni.
Pike non nasconde la sua preoccupazione per il fatto che Voq abbia assassinato un membro dell'equipaggio e entrambi convengono di dover convivere con la sua ombra Klingon.

Primo atto

Burnham arriva alla residenza di Sarek durante un raro periodo di pioggia su Vulcano.
Entrando in casa, Burnham ricorda il suo primo incontro con Amanda, da ragazzina, e alcuni eventi della giovinezza con Spock, notando come entrambi fossero confusi dalle emozioni umane.

Amanda spiega che Sarek da giorni è impegnato nel rituale tokmar una meditazione vulcaniana che serve a riportare a casa le anime perdute. Burnham non si spiega perché Sarek, con la sua mente altamente disciplinata, non riesca a richiamare a casa Spock e capisce che Amanda sta nascondendo qualche cosa.
Amanda non vuole lasciare che Spock venga giudicato per un crimine che lei è sicura non abbia commesso, ma Burnham la implora di lasciare che lei lo aiuti in qualche modo.
Amanda le dice che Spock non è più la persona che lei ricorda.

A bordo dello shuttle DSC05, Voq e Pike si avvicinano alla anomalia tenendo costanti contatti con la Discovery per verificare l'entità della distorsione temporale.
Quando le trasmissioni tra i due veicoli si fanno disturbate nel flusso temporale, Saru suggerisce di interrompere l'avvicinamento e di lanciare la sonda da dove la navetta si trova prima di fare ritorno a bordo.

Pike si prepara a lanciare e nel contempo vede una eco temporale di sé stesso che spara a Voq con un phaser nel retro della navetta. Una volta lanciata la sonda, un'onda d'urto temporale si abbatte sulla navetta.
La Discovery perde i contatti con la navetta: le comunicazioni sono interrotte, il transponder è irraggiungibile, ma non si trovano tracce di detriti.
Saru ordina a Owosekun di continuare con le analisi sensorie adeguandole manualmente ai livelli di tachioni, Rhys dovrà invece continuare a studiare la dinamica interna della anomalia.
Tilly e Saru discutono sul fatto che il tempo non si muova in maniera lineare all'interno dell'anomalia, al che il kelpiano afferma che una sola persona può trovare un modo di localizzare lo shuttle. Grazie al DNA del tardigrado, Stamets è l'unico a non risentire delle anomalie temporali, come già visto in passato.

Amanda e Burnham si recano in una cripta dove, finalmente, appare Spock con la barba lunga e trasandato. In un continuo e poco comprensibile monologo con sé stesso, risulta del tutto sordo a ogni tentativo di comunicazione da parte della sorella.

Secondo atto

Spock continua a ripetere le Prime Dottrine della Logica, quasi a cercare un appiglio per mantenere la salute mentale. Aggiunge poi la sequenza 8-4-1-9-4-7 e continua a scrivere sul muro, accanto a una bozza dell'Angelo Rosso.
Burnham insiste perché si rivolgano a un medico, ma Amanda rifiuta categoricamente spiegando che non vuole che nessuno venga a sapere dove si trova Spock. Secondo la legge Federale lei, in qualità di moglie dell'Ambasciatore Vulcaniano, può invocare l'immunità diplomatica per la sua famiglia.
Questo a meno che l'ambasciatore stesso non rifiuti, come sottolinea Sarek, inaspettatamente giunto sul posto.

Sullo shuttle, Pike dice a Voq di smettere di cercare di navigare al di fuori della anomalia in quanto è impossibile trovare dei punti di riferimento con cui orientarsi. Pike suggerisce invece di emettere una piccola quantità di plasma dal sistema di propulsione e di incendiarlo.
Voq obietta che questo sarebbe un esercizio inutile e accusa Pike di stare agendo solo in base al senso di colpa per non aver partecipato alla guerra: Pike gli intima di obbedire altrimenti gli prospetta una corte marziale per aver ignorato un ordine diretto. Voq si arrende ed esegue il comando.
Sulla Discovery, Tilly sta aggiornando Stamets sulla situazione dell'anomalia. Lo scienziato è stupito dalla gravità delle distorsioni temporali e dice di poter tracciare le coordinate all'interno dell'anomalia usando la Rete Micelica come un punto di riferimento costante. Ad ogni modo, trovare lo shuttle sarà come afferrare un granello di sale con una pinzetta dentro un uragano.

Su Vulcano, Sarek obietta sulle decisioni della moglie e la accusa di aver nascosto Spock dove le Pietre Katra impediscono comunicazioni telepatiche. Amanda confronta il marito a proposito dei suoi pregiudizi sull'umanità e sui sacrifici che lei ha dovuto fare per stare al suo fianco. Racconta anche come avesse iniziato a leggere Le avventure di Alice nel Paese delle Meraviglie al figlio per aiutarlo a superare il L’tak Terai una condizione simile alla dislessia, ereditata dalla madre, per cui il sistema scolastico vulcaniano non avrebbe trovato nessuna soluzione.
Spock, come già successo in passato, paga il prezzo di avere una famiglia continuamente sospesa fra due mondi.
Burnham riporta l'attenzione sulla condizione attuale di Spock e confessa a Sarek che suo fratello iniziò a vedere l'Angelo Rosso prima che fosse noto alla Flotta Stellare. Burnham ha sempre tenuto nascosto questo fatto perchè voleva essere la prima in assoluto a trovare il fratello.
Sarek allora accetta che Spock riceva aiuto: dice a Burnham di portarlo dal capitano Leland. Alle obiezioni delle due donne, l'ambasciatore ricorda che, a parte loro tre, la Sezione 31 è la parte più interessata a vedere Spock guarito in modo che possa fornire le informazioni di cui è a conoscenza.
C'è una seconda ragione per cui Spock debba essere consegnato: Sarek non vuole che Burnham metta a rischio la sua carriera nella Flotta Stellare. L'ambasciatore, infatti, non può sopportare di perdere entrambi i suoi figli in un solo giorno.

Vicino al centro della anomalia temporale, lo shuttle è rimasto con il 30% di plasma e gli scudi al 23%. Voq si lamenta di nuovo con Pike di essersi imbarcato in una missione suicida, con il risultato aggiuntivo di aver trascinato la spia con sé. Pike insiste che sta facendo il possibile per riportarli a casa e afferma che discutere e litigare sia inutile.
La navetta viene improvvisamente colpita dalla sua stessa sonda che si trasforma in un meccanismo più sofisticato dotato di tentacoli.

Terzo atto

Lo shuttle di Burnham atterra nell'hangar della nave di Leland, la NCIA-93. Nell'infermeria, il capitano ha una discussione privata con Burnham dove le spiega che Spock sarà sottoposto a una procedura di ricostruzione neurale e che si è impegnato personalmente con Sarek perchè riporti alla sanità il figlio a tutti i costi.
Leland spiega a Burnham che le strutture della Sezione 31 sono classificate e che quindi lei non può restare a bordo: le dice di recarsi sulla Base stellare 23 e riposarsi in attesa dell'arrivo della nave. La sua licenza è stata prolungata in accordo con l'Ammiraglio Cornwell e la cosa migliore che Burnham possa fare al momento è prendersi cura di sé stessa.
In un momento, sola con Spock, Burnham si interroga su quanto debba essere stata difficile per lui l'infanzia. Tracciando un parallelo con lo specchio di Alice, la donna realizza che i numeri ripetuti ossessivamente da Spock vanno letti al contrario.

In plancia della Discovery Rhys identifica le esplosioni di deuterio e deduce correttamente che si tratti di un trucco insegnato alla scuola di volo per allertare eventuali soccorsi. Saru dice di trasferire le coordinate a Stamets nel suo laboratorio. Lo scienziato spiega a Tilly che gli eventi all'interno della frattura non si svolgono con la sequenza temporale corretta come vista dall'esterno dell'anomalia temporale.
Stamets afferma che è impossibile per un cervello umano orientarsi in quel caos, ma lo è invece per un cervello modificato come il suo.

Sullo shuttle Voq analizza la sonda modificata e scopre che, mentre alcuni dei materiali non sono nemmeno all'interno della tavola periodica degli elementi conosciuta, il nucleo dello strumento è vecchio di 500 anni. Sembra quindi che la sonda sia stata portata nel futuro, modificata e poi rimandata indietro ad attaccarli.
Uno dei tentacoli della sonda penetrato nello scafo, si stringe intorno a Voq e tenta di stritolarlo: Pike lo libera con un preciso colpo di phaser, esattamente come aveva visto nell'eco temporale precedente.
Lo spezzone di tentacolo risulta ancora funzionante e va a piantarsi nel mezzo del quadro comandi della navetta, cominciando ad accedere alle informazioni di computer.

Stamets e Tilly arrivano in sala teletrasporto: lo scienziato imposta le coordinate calcolate basandosi sui riferimenti della rete micelica e chiede alla donna di trasportarlo sulla navetta prima che il sistema di riferimento vada fuori sincrono.

Quarto atto

Stamets arriva sano e salvo sulla navetta e inizia a pilotarla fuori dall'anomalia.
Pike tenta di bloccare l'accesso del tentacolo, mentre Airiam dalla plancia prova la stessa cosa e Voq invece lo colpisce con un attrezzo nel tentativo di rimuoverlo fisicamente.
La Discovery non può colpire la sonda senza rischiare la distruzione dello shuttle e dei suoi occupanti.
La navetta è quasi uscita dall'anomalia quando il plasma si esaurisce e, senza propulsione, viene risucchiata di nuovo indietro.

Sulla NCIA-93, l'imperatrice Georgiou raggiunge Burnham e le spiega, mentre il sistema di sorveglianza è fuori uso per 60 secondi, che Leland ha dei secondi fini e che, per estrarre la memoria dal cervello di Spock, distruggerà la sua mente.
Leland è solo una marionetta e Burnham deve liberare Spock salvando così il fratello e recando un danno al capitano. Per rendere credibile la storia, a telecamere di sorveglianza accese, le due donne simulano un combattimento corpo a corpo dover Burhnam mette fuori combattimento l'imperatrice e le ruba l'arma.

Lo shuttle sta per essere risucchiato nell'anomalia quando Pike dice a Stamets di calcolare le coordinate del teletrasporto da remoto e fare così che la Discovery li possa agganciare. Nel frattempo il capitano avvia la sequenza di autodistruzione.
Prima che la navetta e la sonda modificata vadano distrutte, Airiam riceve una comunicazione codificata in tre dischi rossi lampeggianti che sembrano avere un effetto su di lei, tanto che non risponde alla domande di Saru sulla sorte dei loro tre colleghi. Dopo qualche secondo, Airiam conferma che i tre sono stati teletrasportati con successo.

Burnham mette fuori combattimento i dottori della NCIA-93, sveglia Spock e sale sulla sua navetta, fuggendo dalla Sezione 31.

Sulla plancia della Discovery, Pike ringrazia per il pericolo scampato, ma Tilly segnala che uno "tsunami temporale" sta per abbattersi sulla nave. Pike ordina di allontanarsi a massima curvatura.
Pike e Voq ammettono i propri errori e concedono l'uno all'altro le rispettive ragioni. Insieme a Saru, tutti e tre si chiedono se, provenendo dal futuro sia la sonda modificata che l'Angelo Rosso, il meccanismo fosse un attacco dell'Angelo verso di loro.
Che sia così o meno non è chiaro, ma è certo che tutti si trovino in una lotta per il futuro, come sempre accade.

Sulla plancia della NCIA-93, Leland accusa Georgiou di aver fatto fuggire Burnham e Spock, ma lei evade le risposte con sarcasmo. Alla reazione di Leland, la donna ricorda che lui ha bisogno di lei per continuare a nascondere la verità a Burnham: Leland è il vero responsabile della morte dei genitori di Michael.
Mentre altre tre navi della Sezione 31 cercano lo shuttle, nascosto in un asteroide, Burnham chiede al computer di effettuare una ricerca per la sequenza 7-4-9-1-4-8. Nel frattempo Spock, ancora in preda al delirio, continua a ripetere brani dal libro di Alice.
Il computer infine trova un riferimento: le coordinate 749-148 identificano un pianeta conosciuto: Talos IV.
Con le navi della Sezione 31 fuori dal raggio dei sensori, Burnham può pilotare la navetta fuori dall'asteroide in direzione di quel pianeta.

Sezioni

In questo episodio…

  • La sigla di apertura viene modificata di nuovo aggiungendo una animazione dell'Angelo Rosso. Nel teaser, Burnham riassume quanto scoperto definendolo humanoid and wearing an exo-suit made of futuristic technology we have never seen.
  • Ignorando i successivi effetti patologici della Sindrome di Bendii, in questo episodio Sarek mostra una evidente reazione emotiva.
  • Leland identifica Spock con il grado di Commander, ma sappiamo che in questo periodo storico il vulcaniano non porta ancora questo grado.
  • Sentiamo che Voq è identificato come "specialista", come Burnham nella prima stagione.
  • Scopriamo che Leland è responsabile della morte dei genitori di Burnham.
  • Vediamo che gli shuttle della Discovery hanno una sorta di armatura ripiegabile simile in qualche modo a quanto visto sulla Voyager in Endgame - Part I.

Note

  • Con 40 minuti e 14 secondi di durata, questo episodio è il più breve della seconda stagione e solo poco più lungo di Vaulting Ambitions che ha il record con 38 minuti.
  • La regista Marta Cunningham è la moglie di James Frain che interpreta Sarek fin dal primo episodio di Star Trek: Discovery
  • La "riprogrammazione" di Airiam tramite una stimolazione visiva da parte di una entità antagonista è chiaramente ispirata alla stessa operazione eseguita da Adrik Thorsen ai danni di Data nel romanzo Federation
  • Nella cripta è presente una replica del Kir'Shara
  • Sarek nomina le "pietre Katra" che riescono a inibire la telepatia vulcaniana. Non è chiaro se e quale relazione abbiano con l'Arca Katrica di Star Trek (2009)
  • Il settore Mutara contiene la Nebulosa Mutara, il luogo in cui Spock sacrificherà la sua vita.
  • Talos IV è il luogo visitato dalla Enterprise nel 2254 e sarà fondamentale nella vita di Christopher Pike. Notate che nell'episodio non si fa riferimento all'Ordine Generale 7.
  • Entrando nella cripta, Burnham e Amanda si tengono per mano evidenziando ulteriormente il loro forte legame affettivo nonostante le loro recentissime divergenze.
  • La Discovery fugge dallo "tsunami temporale", ma cosa ne è di Kaminar?
  • La sonda con i tentacoli che penetrano lo scafo della navetta ricorda scene simili con le sentinelle e la Nabucodonosor nel film Matrix
  • I tentacoli della sonda entrano nello scafo senza in effetti forarlo: a giudicare dall'effetto visivo si tratta forse di una manifestazione di una tecnologia a inversione di fase, come già visto in The Next Phase e The Pegasus

YATI

  • Non ha senso che Amanda tenga Spock nascosto: lei stessa è convinta di poterlo proteggere con l'immunità diplomatica. Non si capisce quindi perché sia così restia a farlo visitare da un dottore.
  • Burnham dice che la navetta di Spock è sparita nel Settore Mutara, ma in Saints of Imperfection abbiamo visto invece che la navetta è nelle mani della Sezione 31 e che fu abbandonata da Spock lungo il percorso
  • Le scritte sul muro della cripta sono in Vulcaniano, ma i numeri sono arabi
  • Incredibile non solo che nessuno riesca a fermare Burnham nel tentativo di liberare Spock, ma che l'hangar non venga chiuso per evitare di farli fuggire dalla nave

47

  • Il numero ripetuto da Spock è 841947

Blooper

Produzione

  • Questo è il primo episodio dove non sono citati i precedenti showrunner Aaron Harberts e Gretchen J. Berg come produttori esecutivi. James Duff prende il loro posto come produttore esecutivo essendo entrato nello show poco dopo la loro dipartita.

Okudagram

Versione italiana

  • La light al singolare del titolo originale, diventa luci al plurale in italiano, per nessuna ragione evidente.

Continuity

  • Il ritrovamento dello Shuttle di Spock nella Nebulosa Mutara è del tutto incongruente con il percorso mostrato in An Obol for Charon. La nebulosa Mutura si trova a cavallo dello spazio Federale e quello Klingon dalla parte opposta rispetto al confine tra la Federazione, l'Impero Stellare Romulano e i Klingon, dove invece è mostrata la rotta dello shuttle in quell'episodio.

Citazioni

Amanda: I sacrificed everything for our family Sarek: That does not change the fact that you have harbored a fugitive, which is a flagrant abuse of my authority Amanda: I do not live under your authority. I am your wife. And I am your partner. Try again, husband

Riferimenti

Tipo etichetta non definito

Tipo etichetta non definito

Pagine che portano qui


    Collegamenti esterni

    Annotazioni


    Navigatore Globale