🍪
I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando i nostri servizi, accetti il nostro utilizzo dei cookie. Ulteriori informazioni
Apri il menu principale

WikiTrek β

Temporal Edict

Ico-lds2.svgStagione 1 di Lower Decks
Numero di produzione: 103
Première americana: {{{EpisodiData USA}}}
Première italiana: {{{EpisodiData ITA}}}
Sequenza di trasmissione:
Prima TV USA: {{{EpisodiUSA}}}
Week Of della prima trasmissione USA:
Prima TV su NBC: {{{EpisodiNBC}}}
Prima TV su UPN: {{{EpisodiUPN}}}
Prima TV su Italia Uno: {{{EpisodiI1}}}
Prima TV su (Canal) Jimmy: {{{EpisodiCJ}}}
Prima TV su Amazon Prime Video:
Prima TV su La 7: {{{EpisodiL7}}}
Prima trasmissione sulla RAI: {{{EpisodiRAI}}}
Prima trasmissione su Tele Venezia: {{{EpisodiTLV}}}
Prima TV su Telemontecarlo: {{{EpisodiTMC}}}
Prima TV su CBS All Access:
Prima TV su Netflix: {{{EpisodiNetflix}}}
Sequenza di trasmissione su Rete Quattro: {{{EpisodiR4}}}
Codice del The Next Generation Companion: {{{EpisodiCOD}}}
DVD europeo in cui è presente l'episodio:
VHS britannica dell'episodio:
Storia: Dave Ihlenfeld & David Wright
Sceneggiatura:
Screenplay: {{{EpisodiScreenplay}}}
Regia: Bob Suarez
Musica:
Produttore: {{{EpisodiProduttore}}}
Coproduttore: {{{EpisodiCoproduttore}}}
Produttore esecutivo: {{{EpisodiProd.Exec.}}}
Produttore associato: {{{EpisodiProd.Assoc.}}}
Consulente esecutivo: {{{EpisodiCons.Exec.}}}
Costo di produzione: {{{EpisodiCosto}}}
Incassi al botteghino: {{{EpisodiIncassi}}}
Durata: 25 min
Titolo nella collana La pista delle stelle: {{{EpisodiPST}}}
Titolo italiano:
Titolo italiano scelto da Telemontecarlo: {{{EpisodiIT (TMC)}}}
Titolo spagnolo:
Titolo francese:
Titolo tedesco:
Titolo giapponese:
Titolo portoghese: {{{EpisodiPT}}}
Titolo brasiliano:
Titolo afrikaans (Sudafrica): {{{EpisodiZA (af)}}}
Titolo zulu (Sudafrica): {{{EpisodiZA (zu)}}}
Sonoro: {{{EpisodiSonoro}}}
Effetti speciali: {{{EpisodiSFX}}}
Rating americano: {{{EpisodiRating USA}}}
Titolo nell'edizione italiana in DVD: {{{EpisodiDVDITA}}}
Titolo provvisorio: {{{EpisodiPRO}}}
Titolo italiano proposto dallo STIC: {{{EpisodiSTIC}}}
Data delle versioni dello script:
Data delle riprese: {{{EpisodiRIP}}}

Personaggi e interpreti

Attori ospiti

Navigatore episodi

< Precedente Successivo >
Envoys Moist Vessel

Temporal Edict è un episodio di Star Trek: Lower Decks.

La Cerritos viene dirottata da una missione diplomatica importante verso una di bassissimo profilo. Un incidente diplomatico sulla superficie mette alla luce le incomprensioni fra Mariner e Ransom e rischia di finire in tragedia. Sulla nave, un nuovo modello di gestione del tempo proposto dal capitano rischia di far precipitare la situazione anche in orbita.

Trama

Brad Boimler suona il violino davanti ai suoi colleghi, che non sono particolarmente impressionati dalla sua prestazione. Prima che possa attaccare con un secondo pezzo, Beckett Mariner e D'Vana Tendi lo scalzano dal palco e suonano un pezzo heavy metal che riscuote invece grande successo.
Il ritmo è tanto potente da risuonare non solo per tutta la nave, ma addirittura tramite comunicatore fino alla plancia di uno sparviero klingon con cui il capitano Carol Freeman è in contatto dalla plancia. I due capitani sono infastiditi e Shaxs si precipita alla fonte del segnale per interrompere il fracasso.

Mariner e Tendi terminano il loro pezzo e scendono dal palco, Boimler allora ritorna per suonare il suo secondo brano, ma proprio in quel momento Shaxs fa irruzione nella sala e spezza in due il violino spiegando che il capitano si è lamentato perché il guardiamarina suona musica troppo rumorosa.

Primo atto

Data stellare 57501.4, la USS Cerritos sta facendo rotta verso Cardassia per presenziare un importante negoziato di pace, tuttavia il capitano Freeman viene contattata dall'ammiragliato con la notizia che i negoziati sono stati trasferiti su Vulcano e che quindi la nave è riassegnata a una missione diplomatica molto meno importante.
Il primo ufficiale Jack Ransom cerca di convincere il capitano che il cambio di missione della nave è solamente una sfortunata coincidenza dovuta al cambio di sede, mentre Freeman è convinta che la ragione sia invece la cattiva reputazione della nave e le cattive prestazioni dell'equipaggio.

Boimler si trova in una cella detentiva: dall'esterno Mariner, Tendi e Rutherford testano la resistenza del campo di forza con un phaser. Dopo alcuni esperimenti, hanno la sicurezza che il campo di forza rispetta le specifiche e il lavoro è concluso. I guardiamarina ordinano margarita al replicatore, con stupore di Tendi.
Rutherford e Mariner le spiegano che gli ufficiali superiori non hanno idea di quanto tempo impegni effettivamente un compito, quindi loro fanno sempre delle stime al rialzo prevedendo tempo sufficiente per una pausa alla fine di ogni lavoro.
Boimler non è entusiasta di questa pratica, ma si adegua dato che è "tradizione" dei lower decks. Tendi mette subito in pratica l'insegnamento ricevuto usando una stima creativa per il tempo necessario a una attività di manutenzione richiesta da T'Ana.

Freeman fa un giro della nave rimproverando tutti i membri dell'equipaggio che, a suo avviso, stanno lavorando troppo poco. Quando arriva nel bar, si trova a rimproverare tutti in quanto nessuno di loro sta lavorando. Per la prima volta il capitano sente parlare delle "pause" da un guardiamarina, ma non riesce a ottenere ulteriori informazioni.
Poco dopo, in un turboascensore, il capitano incontra Boimler e gli chiede un rapporto. Lui elenca tutte le attività che ha svolto e si vanta di aver saltato le pause. Al che Freeman blocca il turboascensore e chiede spiegazioni su queste misteriose "pause".

Appena tornato negli alloggi dei guardiamarina, tutti ricevono comunicazione da parte di Freeman a proposito del fatto che i compiti verranno da quel momento in poi gestiti con maggiore controllo sui tempi e che le pause sono a tutti gli effetti eliminate. Tutti sono presi dal panico, ma Boimler invece è ottimista a proposito della loro capacità di portare a termine il lavoro nel tempo stabilito, scarica inoltre la colpa della fuga di notizie su qualcuno del Turno Delta.

Pochi giorni dopo, le scadenze a tempi ristretti stanno avendo effetti deleteri sull'equipaggio che è oberato e altamente stressato dal lavoro febbrile. Solo Boimler sembra gestire perfettamente il suo tempo portando a termine tutti i suoi compiti e anzi chiedendone di aggiuntivi.

Ransom ordina a Mariner di seguirla sulla navetta Yosemite in una missione di sbarco su Gelrak V. La società dei Gelrakiani ruota intorno ai cristalli, presenti in grandi quantità sulla superficie del pianeta, e ai significati simbolici che gli assegnano. Il compito della squadra di sbarco è presentare agli autoctoni un "cristallo d'onore" ottenuto durante il primo contatto.
Il guardiamarina Vendome apre lo scrigno che dovrebbe contenere il cristallo, ma nella fretta di completare il suo lavoro prima di partire, il boliano ha invece portato con sé un frammento di albero simbolo di fertilità per Mavok Prime, pianeta nemico dei Gelrakiani. Prendendo questo affronto come un atto di guerra, gli alieni attaccano la squadra di sbarco.
Vendome viene subito ferito, Ransom tenta inutilmente una mediazione pacifica, ma tutti i membri a terra vengono catturati.

Secondo atto

Sulla Cerritos lo stress dell'equipaggio è peggiorato al punto che nessuno riesce più a essere efficiente nel proprio lavoro. Freeman decide quindi di cominciare a fare le cose da sola, correndo a destra e a manca per supplire alle apparenti mancanze dell'equipaggio. Alcune navi Gelrakiane raggiungono l'orbita e lanciano navette per abbordare la Cerritos, Shaxs non è in grado di alzare gli scudi per impedire l'attacco, il capitano si trova quindi costretta a ordinare a tutti di prepararsi a respingere gli attaccanti senza però smettere di portare a termine i propri compiti nei tempi stabiliti.

Mariner e Ransom si trovano in una cella insieme e perdono tempo accusandosi a vicenda di essere un leader inefficiente e un ufficiale che manca del più basilare rispetto per le regole.
Il leader degli alieni, Gemba, interrompe la discussione e spiega che la squadra di sbarco è ritenuta responsabile per il grave affronto e che dovrà quindi affrontare un duello giudiziario con il loro campione Vindor. Vincendo, la squadra otterrà la libertà, ma la sconfitta significherà morte per tutti i membri tramite schiacciamento con un cristallo gigante.
Mariner e Ransom ricominciano subito a litigare per chi dovrà rappresentare la squadra in combattimento.

Sulla Cerritos regna il caos. I membri dell'equipaggio sono ancora oberati con i loro compiti e dai tempi stretti per portarli a termine, per questa ragione non riescono a contrapporre una seria resistenza agli alieni che hanno abbordato la nave. Solo Boimler continua a destreggiarsi perfettamente nei tempi assegnati, completati i propri compiti, con un phaser mette fuori combattimento diversi Gelrakiani che sono male equipaggiati; non si spiega come mai i suoi colleghi non riescano a fare altrettanto.
Arrivato in plancia il guardiamarina è stupito nel vedere anche tutti gli ufficiali anziani oberati dal lavoro e il capitano particolarmente stressato per le troppe cose che cerca di fare da sola. Boimler le ricorda che lei è il loro leader e non deve occuparsi in prima persona di tanti dettagli.

Il litigio fra Ransom e Mariner continua, con quest'ultima che mostra al comandante le sue ferite di battaglia paragonandosi a lui che invece non ne ha perchè va sempre sul sicuro nelle sue scelte. Ransom sembra dare ragione a Mariner che pretende di combattere, ma in un momento di distrazione colpisce con la spada da combattimento il piede di Mariner rendendole impossibile camminare. Il comandante spiega che lui è l'ufficiale anziano e che spetta a lui mettere la sua vita in pericolo.
Ransom si strappa la parte superiore dell'uniforme ed entra nell'arena sprezzante del pericolo rappresentato da Vindor, gigante nelle dimensioni. Il comandante getta via la spada spiegando che gli servono solo le sue mani nude per combattere l'alieno: grazie alla sua maggiore agilità, l'umano riesce facilmente a schivare i colpi dell'avversario, colpendolo a sua volta con facilità.

Terzo atto

Mentre Shaxs lotta per mantenere gli assalitori fuori dalla plancia, Freeman comincia a pensare di aver fallito come capitano, ma viene consolata da Boimler che le assicura invece di essere una guida per loro, ma di avere esagerato con la fissazione per le scadenze. Il guardiamarina spiega che, nonostante lui sia perfettamente adattato a queste tempistiche, ogni persona è diversa e ognuno necessita più o meno tempo per portare a termine i suoi compiti. Motivata, il capitano rimuove tutti i contatori che dettano i tempi all'equipaggio e dice a tutti loro di impegnarsi per interrompere l'abbordaggio. Liberi dagli impegni prefissati, ora tutti a bordo della nave sono liberi di combattere i Galrakiani.
Il contrattacco dell'equipaggio è particolarmente efficace e gli invasori sono costretti ben presto al ritiro.

Sulla superficie, il combattimento volge definitivamente a favore di Ransom che infine atterra Vindor il quale si arrende. Gernba tiene fede alla sua parola e libera i membri della squadra. Ransom ritorna in cella e porta via con sé Mariner che continua a lamentarsi per la ferita al piede e che non può camminare.
Shaxs guida una seconda squadra di sbarco che porta finalmente il cristallo giusto sulla superficie e l'equipaggio si riappacifica con gli alieni chiudendo l'incidente diplomatico.

In infermeria, T'Ana finisce di curare la ferita di Mariner che viene successivamente avvicinata da Ransom che le chiede un po' di tempo prima di fargli rapporto per aggressione. Mariner lo stupisce dicendo che non ci sarà denuncia da parte sua e che il suo comportamento sul pianeta, per quanto poco ortodosso, l'ha impressionata e le ha ricordato il coraggio tipico che contraddistingue i membri della Flotta Stellare.
Ransom è sollevato nel sapere che non lo aspetta una corte marziale, ma subito dopo chiama la sicurezza per fare arrestare Mariner. La ragazza non ha mai srotolato le maniche della uniforme, come chiesto da Ransom in precedenza, e di conseguenza è passibile di detenzione per aver violato il codice di abbigliamento.

Il capitano Freeman convoca Boimler nel suo ufficio e lo ringrazia spiegandogli che se lui non le avesse aperto gli occhi, tutti starebbero seguendo le regole ciecamente senza giudizio. Aggiunge di avere ordinato una nuova direttiva della nave chiamata "Effetto Boimler": si tratta di incoraggiare l'equipaggio a trovare delle scorciatoie e ad aggirare le regole quando necessario. Il guardiamarina è in un primo momento entusiasta, ma si rende poi conto che la regola che porta il suo nome è l'esatto opposto dei valori in cui crede fermamente e che incarna in pieno. Boimler tenta di protestare, ma il tutto è già scolpito, letteralmente, in una placca commemorativa.
Boimler manifesta la sua insoddisfazione ai suoi amici, ma Rutherford e Tendi gli ricordano che ci sono regole che vanno e vengono in continuazione e che, di lì a poco, nessuno si ricorderà più dell'Effetto Boimler.

Nel lontano futuro una insegnante spiega ai ragazzi l'importanza dell'Effetto Boimler e di come sia intitolato a Brad Boimler per il suo comportamento pigro e per la sua abitudine a prendere scorciatoie.
Terminata questa esposizione, l'insegnante passa a parlare della persona probabilmente più influente nella storia della Flotta Stellare: il capo Miles O'Brien.

Sezioni

In questo episodio…

  • Perdiamo l'occasione di rivedere Cardassia dopo la fine della Guerra del Dominio.
  • Ritornano i concerti amatoriali dei membri dell'equipaggio visti diverse volte (significativamente nell'episodio Sarek) in Star Trek: The Next Generation. In maniera parodistica, mentre nella vecchia serie la musica classica era apprezzatissima, in questa serie animata, lo heavy metal la fa da padrone.

Note

  • Questo episodio rappresenta una allegoria della moderna vita frenetica in cui la pressione per portare a termine troppi compiti e il multitasking troppo spinto, portano a distrazioni e a cattive prestazioni in generale.
  • Notiamo un certo parallelismo nel rapporto tra Mariner e Ransom e quello che fu, soprattutto nei primi tempi, tra Ro Laren e William Riker

YATI

  • Se la "stima creativa" dei tempi e la conseguente pausa sono "tradizioni" dei guardiamarina, come è possibile che gli ufficiali della nave non ne siano al corrente? Loro stessi sono stati guardiamarina all'inizio della loro carriera

47

Blooper

Okudagram

Produzione

Versione Italiana

Continuity

  • La "stima creativa" delle tempistiche necessario per completare un compito, come vista qui, ricalca un concetto analogo espresso da Montgomery Scott in Star Trek III: The Search for Spock e Relics che gli permette di essere considerato l'ingegnere dei miracoli.
  • Il fatto che Ransom si strappi la maglietta dell'uniforme è chiaramente un omaggio alle numerose volte in cui James Tiberius Kirk ha combattuto a mani nude con l'uniforme parzialmente stracciata.
  • Nella riunione Ransom fa alcuni riferimenti a fatti avvenuti in altre serie:

Citazioni

Rutherford: You never admit the actual amount of time it takes to finish a job. If you did, your days would be packed.
Tendi: Isn't that lying?
Rutherford: No. It's creative estimating. When you get an assignment, you exaggerate how long its gonna take, then you're a hero when it's done early.

Freeman: Repel all intruders, but do not use it as an excuse to stop doing what you are doing! I want you to stay on track, and on time. It's called multitasking, people! They do it on the Enterprise all the time! I don't want to hear any complaining, I only want to hear repelling of intruders, and people getting their work done!

Boimler: You're a great captain. Let them be a great crew.

Insegnante nel futuro: …which is why the Boimler Effect is something we will never forget. So named after the laziest, most corner-cutting officer in Starfleet history, Brad Boimler, seen here with one of the great birds of the galaxy. Anyway, let's move on to somebody even more important, perhaps the most important person in Starfleet history, Chief Miles O'Brien.

Riferimenti

Episodi

Pianeti


Pagine che portano qui

Collegamenti esterni

Annotazioni


Navigatore Globale