Assimilation

Da Wikitrek.
(Reindirizzamento da 203 - Assimilation)
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Ico-pic.SVGStagione 2 di Picard
Titolo italiano:Assimilazione
Stagione:2
Numero di produzione:203
Data di pubblicazione originale: (Paramount+)
Data di pubblicazione in Italia: (Amazon Prime Video)
Scritto da:
Regista:Lea Thompson
Posizione nella lista:3
Personaggi e interpreti DT
Attori ospiti

Attori co-protagonisti

Attori ospiti straordinari

Navigatore
< PrecedenteSuccessivo >
Penitenza L'Osservatore

Modifica i dati nella pagina della entità su DataTrek

Assimilation è un episodio della stagione 2 di Star Trek: Picard.

Tornati indietro nel tempo, l'equipaggio de La Sirena deve trovare il modo di identificare il misterioso "Osservatore" e di scoprire la sua ubicazione.
Jurati si offre volontaria per una pericolosa missione che la porterà nella mente della Regina Borg.

Trama

Mentre Elnor giace ancora a terra ferito, Sette si avvicina al Magistrato con un sotterfugio e lo disarma. Grazie a un intervento fulmineo di Musiker e Rios tutti e tre gli assalitori sono vaporizzati senza che possano fare ulteriori danni.
Mentre Raffi cerca di stabilizzare Elnor in infermeria, Sette e Rios devono seminare ben tre astronavi confederate che li inseguono. Jurati è nelle fasi finali di preparazione dell'interfaccia tra la regina Borg e La Sirena quando una violenta esplosione scaraventa tutti al pavimento mentre la prima delle navi inseguitrici viene distrutta.
La Regina Borg, caduta fuori dalla sua prigione, si integra con la nave usando i suoi tubi incorporati e inizia a prendere il controllo di tutti i sistemi: per prima cosa liquida le ultime due navi nemiche e poi inizia il volo verso il Sole per il salto temporale. In pochi istanti la nave raggiunge curvatura 9.9 e il tempo inizia a scorrere al contrario.

Primo atto

Usciti dal cunicolo temporale, l'equipaggio verifica l'avvenuto arrivo nel XXI secolo, ma non avendo controllo dell'astronave, l'ingresso nell'atmosfera terrestre è repentino e quasi incontrollato. Picard chiede il minimo di controllo disponibile alla sua consolle e riesce a fare atterrare la nave poco fuori Château Picard senza eccessivi danni. Purtroppo però la Regina Borg inizia a risucchiare tutta l'energia della nave per salvare sé stessa, in qualche modo "esaurita" dal viaggio temporale. Non potendo scollegarla dai sistemi della nave, Rios si prepara a ucciderla, ma Picard lo ferma perché hanno bisogno di lei per identificare il misterioso Osservatore. La mancanza di energia interrompe il funzionamento del bio-lettino che teneva in vita Elnor: il giovane romulano così non può fare altro che soccombere alle sue ferite.

Mentre il corpo di Elnor viene posto in una cella dell'obitorio della nave, Sette sostiene che Picard avrebbe dovuto lasciare che Rios uccidesse la regina, ma Picard difende l'idea che la Borg sia l'unica a poterli aiutare a correggere la linea temporale e a tornare a casa. Musiker è arrabbiata intanto perché sente che Elnor sia stato sacrificato per salvare la Regina, in secondo luogo perché è convinta che Q e Picard giochino con la vita delle persone da decenni. L'ammiraglio rifiuta l'accusa per quanto riguarda sè stesso, ma ammette che Q abbia giocato troppo con la vita delle persone in passato.
Picard ricorda a tutti che devono impegnarsi a trovare l'"Osservatore" che la Regina ha detto li sta aspettando a Los Angeles. Musiker è convinta che ripristinare la linea temporale originale riporterà anche Elnor in vita, nonostante Jurati spieghi che questa è solo una delle possibilità.

Picard e Jurati cercano di "svegliare" la Regina dal suo stato di apparente incoscienza, improvvisamente si rendono conto che non è priva di sensi, ma sta invece parlando all'interno della collettività: essendo tuttavia scollegata da ogni altro drone Borg, nessuno la può ascoltare. La scienziata propone che Picard si colleghi con lei, ma lui spiega che, essendo stato assimilato in precedenza, la Regina prenderebbe il controllo della sua mente in pochi secondi, contrariamente a una nuova assimilazione che richiede ore per essere portata a termine. Jurati dice allora che la scelta più logica è che lei si colleghi con la Regina: Picard è fermamente contrario.

Con la poca energia disponibile, Musiker, Rios e Sette decidono di teletrasportarsi sulla Markridge Industrial Tower, il palazzo più alto di Los Angeles e con un tricorder scansionare l'area per trovare indicazioni di attività in qualche modo aliena o anacronistica per il livello tecnologico del periodo.

Jurati insiste ancora con Picard e gli spiega come vuole procedere con una assimilazione "parziale": Picard monitorizzerà il suo subconscio mentre la sua mente razionale entrerà nel collettivo. Dato che la procedura di assimilazione impiegherà del tempo, Jurati spiega che Picard potrà disconnetterla non appena abbia ottenuto l'informazione necessaria, oppure in anticipo in caso di qualsiasi imprevisto.

Prima di collegare Jurati, Picard avvia il teletrasporto dei suoi compagni di avventura, ma Musiker, Sette e Rios si ritrovano separati con l'uomo che si materializza a diversi metri di altezza, di fronte a una palazzina, e cade rovinosamente sul marciapiede perdendo coscienza e sanguinando copiosamente.

Secondo atto

Rios viene raccolto da un buon smaritano e chiedendo in stato di semi-coscienza di non coinvolgere polizia o ospedali, viene portato in una clinica dedicata a persone presenti in maniera più o meno illecita negli USA. Nella confusione il comunicatore gli cade e viene raccolto da un ragazzino.
Musiker si ritrova in un Asilo Distrettuale e osserva un cartellone promozionale della Europa Mission: viene subito minacciata da uno scippatore, ma con il suo addestramento lo disarma e lo mette KO velocemente, rubando lei il suo portafogli. Sette la raggiunge poco dopo e le due capiscono di aver perso le tracce di Rios che nemmeno risponde alle loro chiamate.

Su La Sirena, Picard sta aiutando Jurati a farsi strada nella mente della Regina, contemporaneamente indicandole come evitare che la Borg faccia la stessa cosa con lei. La Regina assume sempre più il controllo della mente di Jurati, tanto da parlare con la sua voce nel corpo della scienziata e dice di non aver mai trovato un essere permeato da un tale senso di solitudine. Nel contempo anche Jurati ha fatto grandi progressi, parlando lei dal corpo della regina. Quando Jurati lo chiama Locutus, Picard decide di interrompere il collegamento.

Terzo atto

Quarto atto

Sezioni

In questo episodio…

Note

  • Piuttosto strano che La Sirena riesca a mettere fuori combattimento tre astronavi decisamente più grandi ed equipaggiate con soli tre colpi. Due di questi sono di un'arma in qualche modo modificata dalla Regina, ma in questa linea temporale le navi confederate devono avere una capacità di difendersi contro i Borg molto maggiore di quella che conosciamo. Se non altro, è meritevole vedere diverse navi stellari confederali, anche di classi superiori, nell'orbita della Terra: una situazione sicuramente più verosimile di quanto visto in Star Trek I, Star Trek II e Generations, quando in momenti critici l'Enterprise sembrava essere l'unica astronave nell'area, nonostante si trattasse della capitale della Federazione.
  • Secondo Dave Blass[1], le astronavi all'inseguimento de La Sirena sono la C.S.S. Dougherty e la C.S.S. Quinn di Classe Nova, e la C.S.S. Leyton di Classe Steamrunner. Apparentemente la denominazione delle classi nella linea temporale è identica a quella della prime timeline. Da notare che i nomi delle navi vengano tutti da personaggi che hanno provocato danni a vario livello nella storia di Star Trek: Matthew Dougherty da Star Trek: Insurrection, James Leyton da Paradise Lost e Homefront e Gregory Quinn da Conspiracy
  • "Markridge Industrial Tower" è un nome di fantasia assegnato al palazzo "Wilshire Grand Center" che è veramente l'edificio più alto di Los Angeles (e di tutto lo stato della California) ai tempi di registrazione di questo episodio.
  • Il locale di fronte al quale cade Rios è un Tipton Bros. Deli: questa catena è mostrata per la prima volta nel fumetto Star Trek: Harlan Ellison's The City on the Edge of Forever. Il nome è un omaggio a Scott Tipton e David Tipton.
  • Continua la "psicanalisi" di Jurati da parte della Regina: iniziata nell'episodio precedente, qui va a un livello anche più intimo, dopo che le due vengono collegate mentalmente. La grande solitudine che prova Jurati e il senso di appartenenza che cerca ci devono forse far pensare che possa desiderare l'assimilazione? O che addirittura possa diventare lei stessa una regina?
  • Alla fine dell'episodio Picard cerca di chiamare Rios al comunicatore, che però non può rispondere in quanto sta venendo arrestato, ricordando in parte una scena analoga di Time and Again, episodio anch'esso caratterizzato da viaggi nel tempo.
  • La clinica in cui viene ricoverato Rios si chiama Las Mariposas, che in spagnolo significa le farfalle. Visto che a bordo de La Sirena Jurati gli aveva appena raccomandato di fare molta attenzione a non interferire anche marginalmente con gli eventi dell'epoca, per non rischiare di cambiare pure sostanzialmente la storia per via dell'effetto farfalla, mentre invece lui finisce prima ricoverato e poi a fine episodio addirittura arrestato, facendo finire nel frattempo tra le mani di persone del ventunesimo secolo il suo comunicatore, il nome sembra particolarmente azzeccato.
  • Le coordinate per trovare l'Osservatore come recitate dal computer sono «3-4-dot-0-4-8-8 North» e «1-1-8-dot-2-5 1-8 West». Secondo Google Maps, a 34.0488 N, 118.2518 W corrisponde l'indirizzo "505 S Hill St, Los Angeles, CA 90013".

47

  • Mentre La Sirena sta precipitando sulla Terra, ad un certo punto Rios afferma di avere il controllo sulla navigazione al 37% (la metà di 74).

Okudagram

Blooper

  • Dopo che Sette ha esposto la ferita di Elnor, le sue mani sono sporche del sangue verde del ferito. Poco dopo, quando lascia Raffi per recarsi in plancia si vede che sono pulite.
  • Quando Rios attira l'attenzione di Picard per comunicargli di non essere più al comando della nave, l'Ammiraglio si mostra estremamente stupito del fatto, ma la consolle davanti a lui mostrava già i segni dell'assimilazione prima ancora che lui si voltasse e ricevesse l'informazione.

YATI

  • Come è possible che il NORAD non abbia identificato La Sirena precipitata sulla Terra e non abbia quindi inviato una missione di ricognizione? In Star Trek IV ci si era preoccupati di occultarsi prima di atterrare, in Future's End si era riusciti ad evitare di diventare oggetto di indagine dell'esercito statunitense per un pelo.
  • Sembra piuttosto insensato che i bio-lettini medici – o l'intera infermeria, se è per questo – non dispongano di un'alimentazione di emergenza separata. Gli ospedali e i loro apparati critici hanno energia di backup già ai giorni nostri, non si tratta quindi di nulla di fantascientifico.

Versione Italiana

Continuity

  • Il triangolo all'interno del medaglione che Elnor affida a Raffi è basato su quello visto al centro della uniforme romulana in Contagion, sull'elmetto della uniforme di Q in Encounter at Farpoint, sul petto dell'abito di Peliar Zel in The Host e sul braccio di Zef'No's in The Circle.[2]
  • Sette di Nove trova nel guardaroba de La Sirena una giacca con una spilla rappresentante un teschio, che ricorda il logo dei MACO dell'Universo dello Specchio visto in In A Mirror, Darkly. Sembra che il teschio sia la versione speculare di quello del Borg visto dal vero nella macabra collezione nell'episodio precedente[3].
  • Nell'area dove Musiker rischia di venire derubata, si legge su di cartello il titolo Sanctuary District Regulations, ad intendere che si è all'interno di uno degli asili distrettuali di cui si era parlato in Past Tense, dove una consistente parte dell'episodio doppio è ambientata in quello di San Francisco. Almeno ad una prima veduta, questo non sembra racchiuso da muri, a differenza di quello mostrato nell'episodio di Star Trek: Deep Space Nine.
  • Anche la bambina che scopre Sette di Nove teletrasportarsi e le dice che è una supereroina può essere un riferimento a Past Tense - Part II, quando Kira e O'Brien saltando nel tempo per cercare i tre dispersi si materializzano prima di fronte ad una coppia ubriaca appena uscita da uno speakeasy (nel 1930), poi di fronte ad una coppia di hippie (nel 1967) uno dei quali commenta che sballo!
  • Il viaggio nel passato visto in Past Tense - Part I e Past Tense - Part II ha luogo tra il 30 agosto e il 1° settembre del 2024: lo stesso anno in cui l'equipaggio de La Sirena arriva in questo episodio. Nell'episodio successivo scopriremo che la data esatta è il 12 aprile.
  • La regina Borg sembra essere in grado di assimilare molto rapidamente parti della nave, tanto da rendere in tempi brevissimi la potenza di fuoco de La Sirena tale da avere la superiorità di attacco nei confronti di navi della Confederazione equivalenti ad astronavi della Flotta Stellare di classi molto maggiori. Oltre che in The Star Gazer, avevamo già visto in Regeneration la capacità dei Borg di tali veloci assimilazioni.
  • L'idea di introdurre un punto di divergenza tra una realtà in cui gli Umani hanno contribuito alla fondazione di un'organizzazione interplanetaria pacifica come la Federazione, ed una in cui sono divenuti a capo di un regime autoritario e xenofobo, era già stata pensata per un'ipotetica quinta stagione di Star Trek: Enterprise.
    In tale contesto, Archer ed il suo equipaggio avrebbero dovuto incontrare Kirk dello specchio, disperso su di un pianeta a seguito dell'utilizzo del tantalus field su di lui, che si sarebbe rivelato come uno strumento in grado di dislocare spazialmente e temporalmente gli individui; cercando di riportarlo nell'Universo dello Specchio con il teletrasporto, i due avrebbero scoperto che esso non esisteva ancora, compiendo poi una serie di azioni che avrebbe portato, in un paradosso, alla sua creazione.
    Una situazione del genere è stata definitivamente esclusa in Vaulting Ambition, quando l'Imperatrice Georgiou dello Specchio ha affermato che alcuni valori compassionevoli erano stati messi da parte dagli Umani millenni prima, rendendo pertanto impossibile una biforcazione della storia in tempi più recenti; per renderla possibile, è stato necessario creare una nuova linea temporale in cui i sentimenti negativi hanno preso il sopravvento sui comportamenti etici e positivi.

Citazioni

Musiker: Sem n'hak kon
Elnor: Now is the only moment

Produzione

  • La regista Lea Thompson è più nota al grande pubblico come attrice, in particolare come una delle protagoniste di Ritorno al futuro: curioso che un episodio a proposito dei viaggi nel tempo sia andato proprio alla sua regia.

Pagine che portano qui

Pagine prive di categorie
Arco - Universo dello Specchio
Astronavi
Cast
Cast - B
Cast - W
Episodi
Episodi di Deep Space Nine
Episodi di Enterprise
Episodi di Picard
Episodi di The Next Generation
Episodi di Voyager
Eventi Trek
Flotta Stellare
Migrazione parziale a DT
Nuovo box HT
Organizzazioni dello Specchio
Pages using DynamicPageList3 parser function
Picard
Screenshot


Riferimenti

Riferimenti diretti

Riferimenti inversi

Immagini collegate

Collegamenti esterni

Interwiki

Identificativi esterni

  • 51834, Identificativo TV Show Transcripts

Annotazioni