The Examples

Da Wikitrek.
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Dsc.pngStagione 4 di Discovery
Titolo italiano:Gli esempi
Stagione:4
Numero di produzione:405
Data di pubblicazione originale: Paramount+
Data di pubblicazione in Italia: Pluto TV SciFi
Regista:Lee Rose
Posizione nella lista:5
Personaggi e interpreti DT
Attori co-protagonisti

Attori ospiti

Navigatore
< PrecedenteSuccessivo >
Tutto è possibile Tempesta

Modifica i dati nella pagina della entità su DataTrek

The Examples è un episodio della quarta stagione di Star Trek: Discovery.

La Discovery e il suo equipaggio sono impegnati in una missione di evacuazione su una ex colonia della Catena Smeraldo che sta per essere distrutta dalla AMO. La procedura di evacuazione incontrerà una imprevista resistenza da parte di alcuni criminali che sono imprigionati per motivi discutibili. Michael Burnham e Book dovranno combattere contro il tempo e contro la testardaggine di alcuni dei prigionieri.
A bordo giunge lo scienziato Ruon Tarka che lavora con Paul Stamets a una versione in scala della AMO, con lo scopo di comprendere meglio la fisica e la tecnologia che rendono possibile questo fenomeno.

Trama

Primo atto

Secondo atto

Terzo atto

Quarto atto

Sezioni

In questo episodio…

  • Una volta accertata l'artificialità dell'anomalia, tra i possibili creatori vengono citati i Metron (che in effetti in Arena avevano detto essere pronti a conferire alla pari con la Federazione soltanto qualche millennio dopo il XXIII secolo), i Nacene (responsabili in Caretaker dello spostamento della Voyager nel Quadrante Delta), gli Iconiani (visti in Contagion e in To the Death).
    Viene anche detto che difficilmente il creatore può essere il continuum dei Q, considerato che gli ultimi contatti con lo stesso risalgono a 600 anni prima; quindi intorno alla fine del XXVI secolo, 200 anni dopo gli eventi di Star Trek: The Next Generation, Star Trek: Deep Space Nine, Star Trek: Voyager e Star Trek: Picard. Tuttavia, si sembra non tenere conto che per il Continuum dei Q la percezione del tempo è differente e 600 anni è un intervallo di tempo che per loro può essere come un batter d'occhio.
  • Riincontriamo la specie degli Akaali dopo averli visti in Civilization. Nel millennio trascorso tra i due episodi, ha sviluppato capacità di viaggio spaziale, compatibili con il fatto che il suo livello di sviluppo era prima all'incirca 300 anni in ritardo rispetto a quello umano.
  • Scopriamo che Zora ha sviluppato la capacità di provare sentimenti.
  • I creatori della AMO sono identificati come "Specie sconosciuta 10C".

Note

  • Mappa stellare che mostra la AMO
    Mappa stellare che mostra la AMO
    Mappa stellare dello spazio dopo la scomparsa della AMO
    Mappa stellare dello spazio dopo la scomparsa della AMO
    All'inizio dell'episodio vediamo due mappe stellari che ci forniscono alcune interessanti informazioni:
    • La Base stellare 1 esiste ancora, vicino alla Terra: dato che la denominazione non è cambiata, possiamo immaginare che faccia parte ancora della Flotta Stellare e che quindi non sia sotto la giurisdizione della United Earth che, come abbiamo visto in People of Earth, in pratica si occupa solo del pianeta Terra e delle sue immediate vicinanze.
      Non si capisce però allora perchè la Discovery non si sia subito recata su quella base stellare una volta raggiunto il Sistema Solare. Inoltre, se i terrestri hanno espulso la Federazione e la Flotta Stellare per il timore di essere attaccati, ritenendo il Grande Fuoco un deliberato atto ostile nei confronti dell'organizzazione interplanetaria, perché non farsi lo stesso scrupolo nei confronti di una struttura posizionata a loro così vicino? Una possibilità è che la struttura, posizionata a circa 100 UA dalla Terra fosse considerata troppo lontana per rappresentare un pericolo o per riguardare i terrestri diventati isolazionisti all'estremo.
    • Anche la Base stellare 9, la Base stellare 10 e la Base stellare 39 sono ancora in funzione.
    • La AMO si trova nei pressi del sistema di Zetar, di Arturo e di Draylax.
  • Sembra strano che il teletrasporto della Discovery, già sottoposta a refit, abbia difficoltà ad evacuare un numero di persone di poco superiore alle mille unità in più di tre ore, considerato che già quasi un millennio prima in svariate occasioni di emergenza la velocità di trasferimento era ampiamente sufficiente a soddisfare questa esigenza.
  • Il tema di persone condannate a pene molto pesanti come deterrente, seppur a fronte di infrazioni lievi della legge, era già stato affrontato in Justice, dove addirittura veniva comminata la pena capitale.
  • Non è ben chiaro che rapporto ci sia tra il gruppo di lavoro alla Accademia delle Scienze vulcaniana e Ruon Tarka. Fino a poco prima di questo episodio, sembrava che Stamets stesse lavorando con i Vulcaniani sulla AMO, ma qui si scopre che lo scienziato Risano sta portando avanti una ricerca parallela, apparentemente anche più avanzata. Questo scienziato non è mai stato menzionato prima, nè l'Accademia e il lavoro in corso in quell'istituto vengono menzionate qui.
  • Burnham indica correttamente la conducibilità termica con la lettera "k": il valore indicato per la "lega di quanario" che compone l'unità di controllo, 494, la posiziona nella scala oltre all'argento.
  • Ruon Tarka lavora con Aurellio a una nuova versione della Propulsione a Spore.
  • Ruon Tarka spiega che il modello della AMO era scalato di 3,22×10-17, contestualmente spiega che è necessaria l'energia di una stella ipergigante per stabilizzare l'anomalia gravitazionale. Per quanto sappiamo dall'astrofisica di quel tipo di stelle, consideriamo un raggio di 150 volte quello solare e una temperatura superficiale di 20.000K. Tramite la formula[1] L = 4 π R2 σ T4 calcoliamo una potenza complessiva intorno ai 1033W. Proporzionando questo valore con la scala esposta da Tarka, il risultato è intorno a 1016W: per paragone, la potenza nominale del Reattore materia/antimateria della Enterprise-D è intorno ai 1015W, mentre quella di picco sarebbe 1019W [2]. Per quanto ci sia grande incertezza sui numeri reali, oltre che grande variabilità in quella classe di stelle definite "ipergiganti", diamo atto agli sceneggiatori di aver usato numeri ragionevoli, per lo meno nell'ambito fantascientifico di Star Trek.
  • Nelle sequenze in cui la colonia di asteroidi viene spinta dall'Anomalia verso la stella, la si vede un po' troppo vicina per essere abitabile.

YATI

  • Possibile che dopo aver indagato per settimane sulla AMO, solo oggi Burnham pensi di chiedere a Zora se nel suo database c'è un fenomeno comparabile?
  • Burnham sembra essersi dimenticata non solo degli insegnamenti Vulcaniani, ma ormai anche dei principi più basilari della scienza. Dopo aver appurato che Zora non possiede precedente conoscenza di un fenomeno naturale simile alla AMO, il capitano stabilisce che, necessariamente, questa deve essere una anomalia artificiale. Questo tipo di ragionamento è del tutto scorretto: nessuno assicura che il database della Sfera contenga dettagli di ogni fenomeno naturale, di conseguenza non si può dedurre che AMO non sia naturale. Al massimo, tramite ragionamento induttivo si può dire che il fenomeno sia probabilmente artificiale, ma nulla autorizza a smettere di pensare che sia semplicemente un fenomeno naturale mai osservato in precedenza.
  • Davvero è incredibile l'inverosimiglianza che permea l'esperimento sulla AMO in miniatura. Prima di tutto, che senso ha fare un esperimento del genere a bordo non solo di un'astronave qualunque, ma dell'astronave più preziosa della Flotta, per di più mentre è impegnata in una missione di evacuazione? Una base stellare o un laboratorio su un pianeta sarebbero stati scelte molto preferibili. Durante l'esperimento, poi, è chiaro che le due forze in gioco sono l'energia della anomalia e quella del campo di contenimento che deve impedirle di fare danni all'esterno. La sicurezza della nave dipenda dal semplice rapporto tra queste due forze: il contenimento deve essere in grado di contenere l'anomalia in ogni istante. Ignorando questo semplice principio, il dialogo tra Stamets, Tarka, Reno e Saru ha dell'incredibile. Mentre Saru cerca di far valere la semplice aritmetica, Tarka e Stamets si lanciano in panegirici su come possano contenere l'anomalia ignorando i numeri, ma facendolo apparentemente "a sentimento", Reno fornisce energia arbitrariamente quasi con distacco rispetto alle conseguenze che le sue azioni possono avere. Persino quando il campo di contenimento è in caduta libera — e Saru interviene correttamente fermando l'esperimento al 10% della sua resistenza — i due scienziati sembrano ignorare il pericolo e addirittura arrabbiarsi con il Kelpiano. Solo Reno fa notare quanto siano giunti vicino alla distruzione della nave, ma di nuovo lo fa in maniera ironica come se non si fosse davvero sfiorata la catastrofe.
  • Già è incredibile che nessuno si ponga il problema che la Discovery-A sia governata da una intelligenza artificiale di cui si sa poco o nulla, ma in questo episodio succede qualcosa di ancora più incomprensibile. Burnham scopre che Zora non solo è senziente, ma può anche provare sentimenti: invece di preoccuparsene, o quantomeno indagare sulla faccenda, continua con i suoi impegni come se nulla fosse.
  • Dopo che Burnham consegna il suo comunicatore al prigioniero, non si capisce come abbia potuto comunicare con la Discovery per essere trasportata a bordo e come sia possibile che sulla nave non abbiano tentato il teletrasporto della persona in possesso del comunicatore.
  • Poco prima di essere travolta dell'Anomalia, Burnham chiede l'allarme Nero per abbandonare il sistema, e il salto viene effettuato un po' troppo velocemente rispetto agli standard, tanto più che nessuno aveva impostato alcuna rotta o punto di arrivo.

47

Blooper

Produzione

Okudagram

Versione Italiana

  • Ritorna la traduzione troppo letterale di "accretion", come già notato in Anomaly.
  • Per richiedere un trasporto, Burnham chiede "cinque per il teletrasporto", mentre nella versione italiana si è sempre detto "cinque da teletrasportare".

Continuity

Citazioni

Pagine che portano qui

Pagine prive di categorie
Basi stellari
Cast
Cast - C
Contenuti per Enciclopedia DS1 da controllare
Discovery
Episodi
Episodi della Serie Classica
Episodi di Deep Space Nine
Episodi di Discovery
Episodi di Enterprise
Episodi di The Next Generation
Eventi Trek
Mappe stellari
Navi di Classe Intrepid
Pages using DynamicPageList3 parser function
Pagine con errori di script
Personaggi - N
Personaggi - Z
Personaggi principali
Sistemi stellari
Specie - A
Star Trek Discovery
Timeline Trek


Riferimenti

Riferimenti diretti

Riferimenti inversi

Collegamenti esterni

Interwiki

Annotazioni

  1. Stellar Temperature, Size and Power, NASA Space Math
  2. How much energy could the Enterprise-D produce?, Science Fiction & Fantasy Stack Exchange