The Girl Who Made the Stars

Da WikiTrek.
Jump to navigation Jump to search
Ico-sht2.svgStagione 2 di Short Treks
Numero di produzione: 204
Première americana: {{{EpisodiData USA}}}
Première italiana: {{{EpisodiData ITA}}}
Sequenza di trasmissione:
Prima TV USA: {{{EpisodiUSA}}}
Week Of della prima trasmissione USA:
Prima TV su NBC: {{{EpisodiNBC}}}
Prima TV su UPN: {{{EpisodiUPN}}}
Prima TV su Italia Uno:
Prima TV su (Canal) Jimmy: {{{EpisodiCJ}}}
Prima TV su Amazon Prime Video: {{{EpisodiAmazon}}}
Prima TV su La 7: {{{EpisodiL7}}}
Prima trasmissione sulla RAI: {{{EpisodiRAI}}}
Prima trasmissione su Tele Venezia: {{{EpisodiTLV}}}
Prima TV su Telemontecarlo: {{{EpisodiTMC}}}
Prima TV su CBS All Access: venerdì 13 dicembre 2019
Prima TV su Netflix:
Sequenza di trasmissione su Rete Quattro: {{{EpisodiR4}}}
Codice del The Next Generation Companion: {{{EpisodiCOD}}}
DVD europeo in cui è presente l'episodio:
VHS britannica dell'episodio:
Storia:
Sceneggiatura:
Screenplay: {{{EpisodiScreenplay}}}
Regia: Olatunde Osunsanmi
Musica:
Produttore: {{{EpisodiProduttore}}}
Coproduttore: {{{EpisodiCoproduttore}}}
Produttore esecutivo: {{{EpisodiProd.Exec.}}}
Produttore associato: {{{EpisodiProd.Assoc.}}}
Consulente esecutivo: {{{EpisodiCons.Exec.}}}
Costo di produzione: {{{EpisodiCosto}}}
Incassi al botteghino: {{{EpisodiIncassi}}}
Durata:
Titolo nella collana La pista delle stelle: {{{EpisodiPST}}}
Titolo italiano:
Titolo italiano scelto da Telemontecarlo: {{{EpisodiIT (TMC)}}}
Titolo spagnolo:
Titolo francese:
Titolo tedesco:
Titolo giapponese:
Titolo portoghese: {{{EpisodiPT}}}
Titolo brasiliano:
Titolo afrikaans (Sudafrica): {{{EpisodiZA (af)}}}
Titolo zulu (Sudafrica): {{{EpisodiZA (zu)}}}
Sonoro: {{{EpisodiSonoro}}}
Effetti speciali: {{{EpisodiSFX}}}
Rating americano: {{{EpisodiRating USA}}}
Titolo nell'edizione italiana in DVD: {{{EpisodiDVDITA}}}
Titolo provvisorio: {{{EpisodiPRO}}}
Titolo italiano proposto dallo STIC: {{{EpisodiSTIC}}}
Data delle versioni dello script:
Data delle riprese: {{{EpisodiRIP}}}

Personaggi e interpreti

Attori protagonisti

Navigatore episodi

< Precedente Successivo >
Ask Not Ephraim and Dot

The Girl Who Made the Stars è un episodio della seconda stagione di Star Trek: Short Treks.
Mike Burnham racconta alla figlia del mito a proposito di come è stata creata la volta celeste

Trama

Una giovane Michael Burnham si sveglia all'improvviso, spaventata per un incubo nella sua stanza su una base stellare. Preoccupata chiama il papà a tranquillizzarla.
Dopo essersi calmata gli chiede di poter dormire con la luce accesa per evitare la paura.

Il padre le racconta allora la storia di una tribù in Africa, millenni nel passato, che necessitava di un nuovo terreno dove coltivare le piante. Un terreno simile in effetti esisteva al di là di una zona montuosa, ma era impossibile da raggiungere per via dei diversi giorni di cammino necessari.
All'epoca non esistevano le stelle e la notte era completamente buia: al calare del sole, la terra era dominata dalla pericolosa "Bestia notturna" che avrebbe fatto strage di ogni umano lontano dal villaggio.

Una ragazzina, convinta di poter sfidare la notte, decide di avventurarsi da sola, usando una lucciola contenuta in un vaso trasparente come una lampada.
Attaccata dalla creatura notturna, la ragazzina rompe il vaso e la lucciola vola via, ma poco prima di essere aggredita vede una luce proveniente dal cielo e si precipita verso il punto in cui questa ha colpito.
In una caverna incontra quindi un essere aliena precipitato con la propria astronvae. L'entità si relaziona amichevolmente e spiega alla ragazzina che al di fuori della loro vallata non solo esiste un mondo da esplorare, ma un intero universo a loro disposizione, se solo supereranno la paura dell'ignoto.
La ragazzina si chiede come potrà convincere i suoi concittadini, e l'alieno le lascia un dono per mostrarlo loro.

Riparata la sua astronave, l'alieno ritorna nello spazio, la ragazza alla propria tribù.
Gli anziani la rimproverano per il rischio che ha corso, ma soprattutto per aver fatto arrabbiare la notte: la ragazza li contraddice e spiega di avere invece portato loro la luce.
Aperta la sfera regalatale dall'alieno, la volta celeste si riempie di stelle luminose.
La ragazza diventa allora una coraggiosa esploratrice guidata dalle stelle delle costellazioni e il suo popolo la segue scegliendola infine come regina.

La piccola Burnham capisce allora che la luca più importante non è quella di una lampada, ma quella all'interno delle persone.
Michael è allora pronta a dormire tranquilla senza bisogno di luce esterna e può augurare buona notte al padre.

Mentre la piccola si addormenta, la regina, ormai adulta, sconfigge infine la bestia notturna.

Sezioni

In questo episodio…

  • Questo corto è la prima produzione animata di Star Trek dal sabato 12 ottobre 1974, data di messa in onda di The Counter-Clock Incident. Si tratta anche della prima animazione in 3D in assoluto nella serie
  • Vediamo che Michael nella sua infanzia è stata a bordo di una Base Stellare, almeno per un certo periodo. Nonostante non sia menzionata, la stazione spaziale potrebbe essere la Base stellare 28.
  • Torna una "tempesta di fulmini", tema ricorrente in Star Trek (2009)
  • Nella sua stanza, tra le altre cose, Burnham ha un animale di pezza che assomiglia a un tardigrada, un modellino della stazione spaziale in cui si trova e un lampadario olografico che simula pianeti e galassie
  • Vediamo finalmente la "leggenda della ragazza che creò le stelle" dopo averne sentito parlare in Brother. Ne chiariamo anche l'importanza centrale nella educazione di Michael.

Note

  • La maggior parte di questo episodio deve essere interpretato come una moderna favola per bambini con lo scopo di insegnare una morale. La presenza di alieni nella narrazione rispecchia l'evoluzione della cultura nel futuro della Federazione. Resta il dubbio della canonicità del resto dell'episodio: non è inverosimile che Michael e famiglia siano stati su una base stellare, ma è sospetto il pupazzo con le fattezza di un animale che la Flotta Stellare incontrerà solo molti anni dopo per la prima volta.
  • Tra le costellazioni viste alla fine del racconto, possiamo distinguere almeno Sagittario, Scorpione, Capricorno, Ariete, Leone, Toro, Gemelli ed Ercole

Okudagram

YATI

Blooper

Produzione

Citazioni

Michael: it was the light inside that guided her
Mike: Exactly! And when she realized that, she knew there was nothing to be afraid of

Pagine che portano qui


Collegamenti esterni

Annotazioni


Navigatore Globale