Discussione:Terra Firma, Part 2

Da WikiTrek.
Jump to navigation Jump to search

IQE

  • Abbiamo la conferma che effettivamente Carl è il Guardiano dell'Eternità di The City on the Edge of Forever. Rispetto a nove secoli prima, ha cambiato ubicazione per sfuggire alle fazioni delle Guerre Temporali, le quali volevano utilizzare le sue capacità di viaggio nel tempo per i propri scopi militari.
  • Vediamo come l'esperienza di Georgiou iniziata nell'episodio precedente non sia reale, ma sia piuttosto un suo viaggio mentale indotto dal Guardiano stesso, per valutare se è degna di essere salvata. L'esito della prova è positivo, e l'Imperatrice viene mandata indietro nel tempo definitivamente, di un lasso non specificato, ma sufficiente ad evitare il fenomeno che la affliggeva, dal momento che in precedenza i due universi erano più vicini.
@Afullo Non sono sicurissimo di questa cosa. Da quanto ho capito io, si tratta di un'altra linea temporale di poco differente dall'Universo dello Specchio come lo conosciamo. Questo spiegherebbe le piccole differenze rispetto a quanto abbiamo visto nella prima stagione. Inoltre non è chiaro come il Guardiano possa aver creato una illusione del genere, mentre avrebbe potuto "semplicemente" mandare Georgiou in un'altra timeline. Lo scrivo in maniera diversa adesso, indaghiamo per piacere tutti insieme in questi giorni anche su altri siti cosa ne pensa il fandom --Lucamauri (discussioni) 17:44, 19 dic 2020 (CET)
@Lucamauri In effetti ripensandoci il dubbio viene anche a me, visto che il dispositivo al polso della Georgiou accumula tre mesi di dati, cosa che se fosse stata un'illusione non sarebbe dovuta avvenire, anche se resterebbe la possibilità che il Guardiano sia in grado di generare, parallelamente al viaggio mentale, dei dati fittizi come se esso fosse stato un'esperienza reale. --Afullo (discussioni) 23:41, 19 dic 2020 (CET)

Note

  • Reno parla di fare uso sulla Discovery dell'energia polarica, che però sappiamo da Time and Again essere stata bandita dalla Federazione almeno tra il 2268 ed il 2371, a causa della sua instabilità in grado di provocare disastri su scala planetaria. È tuttavia possibile che nei secoli tra gli eventi di Star Trek: Voyager e quelli della terza stagione di Star Trek: Discovery siano stati trovati modi per renderla sicura.
  • Sembra strano che l'Emerald Chain disponga di amplificatori del segnale subspaziale dei quali la Flotta Stellare non è in possesso. Per quanto abbiamo visto finora, benché a livello numerico ci sia stata una forte contrazione rispetto a secoli passati, a livello tecnologico le navi federali paiono avanzate almeno tanto quanto quelle della Catena Smeraldo, vedi anche gli aggiornamenti installati sulla Discovery tra Die Trying e Scavengers.
  • L'idea del passato che non si può cambiare, pur riuscendo tecnicamente a viaggiare indietro nel tempo ed a modificare alcuni eventi, può essersi ispirata a film come The Time Machine, dove il protagonista riesce a salvare la sua promessa sposa dall'essere uccisa, per vederla comunque morire a seguito di un incidente stradale. Qui la Georgiou riesce ad evitare che la sua Burnham trami alle sue spalle indisturbata svelando di esserne a conoscenza, soltanto per vedere la sua finta redenzione ed un nuovo tradimento che avrebbe portato alla morte di entrambe.