Terminal Provocations

Da WikiTrek.
Jump to navigation Jump to search
Ico-lds.SVGStagione 1 di Lower Decks
Numero di produzione: LD-1006
Première americana: {{{EpisodiData USA}}}
Première italiana:
Sequenza di trasmissione: {{{EpisodiSEQ}}}
Date e emittenti della prima TV:
  • su CBS All Access (USA)
  • su Amazon Prime Video (Resto del Mondo)
Prima TV USA:
Week Of della prima trasmissione USA: {{{EpisodiSAT}}}
Prima TV su NBC: {{{EpisodiNBC}}}
Prima TV su UPN: {{{EpisodiUPN}}}
Prima TV su Italia Uno: {{{EpisodiI1}}}
Prima TV su (Canal) Jimmy: {{{EpisodiCJ}}}
Prima TV su La 7: {{{EpisodiL7}}}
Prima trasmissione sulla RAI: {{{EpisodiRAI}}}
Prima trasmissione su Tele Venezia: {{{EpisodiTLV}}}
Prima TV su Telemontecarlo: {{{EpisodiTMC}}}
Prima TV su CBS All Access: {{{EpisodiCBSAll}}}
Prima TV su Netflix: {{{EpisodiNetflix}}}
Sequenza di trasmissione su Rete Quattro: {{{EpisodiR4}}}
Codice del The Next Generation Companion: {{{EpisodiCOD}}}
DVD europeo in cui è presente l'episodio: {{{EpisodiDVD}}}
VHS britannica dell'episodio: {{{EpisodiVHS}}}
Storia: {{{EpisodiSTO}}}
Sceneggiatura: {{{EpisodiTPY}}}
Screenplay: John Cochran
Regia: Bob Suarez
Musica: {{{EpisodiMUS}}}
Produttore: {{{EpisodiProduttore}}}
Coproduttore: {{{EpisodiCoproduttore}}}
Produttore esecutivo: {{{EpisodiProd.Exec.}}}
Produttore associato: {{{EpisodiProd.Assoc.}}}
Consulente esecutivo: {{{EpisodiCons.Exec.}}}
Costo di produzione: {{{EpisodiCosto}}}
Incassi al botteghino: {{{EpisodiIncassi}}}
Durata: 25min
Titolo nella collana La pista delle stelle: {{{EpisodiPST}}}
Titolo italiano: Provocazioni terminali
Titolo italiano scelto da Telemontecarlo: {{{EpisodiIT (TMC)}}}
Titolo spagnolo: {{{EpisodiES}}}
Titolo francese: {{{EpisodiFR}}}
Titolo tedesco: {{{EpisodiDE}}}
Titolo giapponese: {{{EpisodiJP}}}
Titolo portoghese: {{{EpisodiPT}}}
Titolo brasiliano: {{{EpisodiBR}}}
Titolo afrikaans (Sudafrica): {{{EpisodiZA (af)}}}
Titolo zulu (Sudafrica): {{{EpisodiZA (zu)}}}
Sonoro: {{{EpisodiSonoro}}}
Effetti speciali: {{{EpisodiSFX}}}
Rating americano: {{{EpisodiRating USA}}}
Titolo nell'edizione italiana in DVD: {{{EpisodiDVDITA}}}
Titolo provvisorio: {{{EpisodiPRO}}}
Titolo italiano proposto dallo STIC: {{{EpisodiSTIC}}}
Data delle versioni dello script: {{{EpisodiSCR}}}
Data delle riprese: {{{EpisodiRIP}}}

Personaggi e interpreti DT

Attori ospiti


Navigatore episodi

< Precedente Successivo >
La freccia errante di Cupido Molto rumore per Boimler

Modifica i dati nella pagina della entità su DataTrek

Terminal Provocations è un episodio della stagione 1 di Star Trek: Lower Decks.

L'equipaggio della Cerritos è alle prese con il recupero di alcuni relitti vecchi di un secolo in contrasto con alcuni Drookmani. Mariner e Boimler si trovano loro malgrado coinvolti nella crisi dopo che il loro collega Fletcher è stato apparentemente attaccato e ha perso uno dei nuclei isolinari del computer principale.
Rutherford si offre di aiutare Tendi nell'addestramento per l'attività extra-veicolare, ma una simulazione da lui ideata per lo scopo ha un serio problema tecnico che mette a rischio la vita di entrambi.

Trama

Boimler imita il ronzio del propulsore a curvatura per rilassarsi, Mariner subito dopo lo corregge nel suono. Subito anche Fletcher si unisce al gruppo imitando il suono con la bocca. Infine anche Rutherford e Tendi si buttano nel gioco.
Ransom passa di lì per caso e, notando il comportamento bizzarro, chiede aiuto alla Sicurezza e, con il phaser spianato, atterra Boimler.

Primo atto

Data stellare 57663.9 la Cerritos sta fronteggiando una astronave dei Drookmani: gli alieni stanno rivendicando il recupero di un relitto della Flotta Stellare e dei relativi detriti. Il capitano Freeman vuole accordare al massimo una ricompensa, mentre gli alieni dicono che i detriti sono abbandonati da un secolo e di conseguenza sono liberi di attingervi. Shaxs vorrebbe aprire il fuoco, ma il capitano prova una tattica più accomodante limitandosi a contrastare il raggio traente dei suoi avversari con quello della Cerritos.

Nella sala mensa della Cerritos, Mariner per errore colpisce T'ana e le due hanno un alterco, tuttavia il guardiamarina Fletcher interviene per disinnescare la lite e Boimler loda le capacità diplomatiche del giovane, che ho tirato fuori altri colleghi dai guai durante l'accademia.
Mentre consumano il loro pasto, Rutherford e Tendi si chiedono che cosa ci sia di così prezioso nei detriti che i Drookmani stanno contendendo alla Flotta: Rutherford si augura di poter fare attività extraveicolari per catalogare e recuperare qualsiasi cosa sia. Tendi è chiaramente a disagio dall'idea, anche solo accennata, e infine confessa di non aver mai passato l'esame di passeggiate spaziali all'Accademia della Flotta Stellare, ma di aver passato l'esame solo per via di un disguido burocratico. Rutherford si offre di fare un corso accelerato a Tendi grazie a un programma di addestramento sul ponte ologrammi che ha sviluppato.

Mariner si lamenta con Boimler di non poter partecipare al "Chu Chu", una sorta di ballo di gruppo molto coinvolgente, per via di un lungo lavoro di manutenzione ai chip isolineari nel nucleo del computer. Fletcher, al lavoro con loro, si offre di prendersi carico di tutto il lavoro e li libera per partecipare all'evento. Loro due esitano, ma lui spiega che si tratta di un normale favore tra colleghi e che anche loro avrebbero fatto lo stesso con lui.
Sul ponte ologrammi, Rutherford carica il programma di addestramento che interagisce con Tendi tramite Badgey un assistente virtuale modellato come il delta dell'emblema della Flotta. Con il suo aiuto, i due vengono catapultati in un ambiente spaziale per fare esperienza con il recupero di materiale nello spazio aperto. La simulazione si blocca e Rutherford è irritato dall'inconveniente, ma riesce a riavviare il programma per farlo funzionare correttamente.

Alla fine del Chu Chu, Mariner e Boimler tornano da Fletcher, ma lo trovano privo di sensi: uno sconosciuto lo ha sorpreso alle spalle con un phaser e lo ha stordito, rubando il componente del computer che si occupa di gestire il backup della rigenerazione degli scudi. Boimler dice che qualcuno ha voluto creare un incidente di proposito senza creare danni seri, Mariner giunge alla conclusione che i membri del Turno Delta devono essere i responsabili. I tre si recano negli alloggi dei guardiamarina per affrontare i colleghi di quel turno e Fletcher è stranamente aggressivo, ma loro spiegano di essere stati al Chu Chu con Mariner e Boimler, impossibilitati quindi a colpire e derubare Fletcher dato che tutte le cose sono successe nello stesso intervallo temporale.
La discussione viene interrotta da uno scuotimento violento della nave.

In plancia Shaxs spiega che l'astronave Drookmani, non dotata di armi, sta attaccando la Cerritos spingendo contro di lei i detriti invertendo la polarità del raggio traente. Freeman deve resistere di nuovo alla possibilità di uno scontro a fuoco e cerca una soluzione diplomatica, nel frattempo gli scudi stanno degradando più rapidamente per previsto, anche se nessuno ne capisce il motivo, e i colpi sullo scafo cominciano a creare danni seri alla nave.
Sul ponte ologrammi i protocolli di sicurezza vengono disabilitati trasformando Badgey in un personaggio assassino con desideri vendicativi contro Rutherford che, a suo dire, lo tratta come un "bug". Dopo avere ricevuto un danno serio alla tuta, il guardiamarina decide di caricare il programma "Mercato Bajoriano" e di nascondersi tra la folla con Tendi, mentre Badgey dà sfogo alla sua rabbia facendo scempio dei personaggi olografici.

Secondo atto

La Cerritos continua ad essere colpita dagli alieni mentre Freeman insiste, invano, sulla soluzione diplomatica. Boimler si rende conto che, se gli scudi scendessero sotto il 50%, tutti si accorgerebbero della mancanza dei relativi processori isolineari. Al che Fletcher dice che sicuramente saranno stati i Doorkiani a stordirlo e a rubare il componente per facilitare il loro attacco. Mariner è scettica e Boimler afferma che non farà certo rapporto su un attacco alieno senza avere nemmeno una prova. I tre si dirigono quindi ai loro alloggi per prendere i tricorder, ma Boimler fa una scoperta curiosa: il nucleo mancante è nella cuccetta di Fletcher, nascosto malamente.
Dopo aver blaterato scuse a proposito di un improbabile incastro da parte degli alieni, Fletcher confessa di aver tentato di interfacciarsi con il nucleo del computer per migliorare la sua intelligenza, ma il tentativo non ha funzionato e, avendo danneggiato il dispositivo, lui si è inventato la storia dell'aggressione e del furto. Mentre Boimler e Mariner propongono di riparare il nucleo al più presto in modo che nessuno si accorga del problema, questo prende apparentemente vita e inizia ad assimilare vari dispositivi che trova vicino, altre a combattere con i tre guardiamarina. Fletcher preso dal panico dice che racconterà a tutti che è stata colpa di Boimler, se lui non lo aiuterà. Mariner è disgustata da questo comportamento e gli dice che è indegno di un ufficiale della Flotta.

Terzo atto

Rutherford e Tendi stanno scappando ancora da Badgey e Rutherford ammette di aver cercato di fare colpo su Tendi con un programma che in realtà non era ancora pronto per l'uso: Tendi si complimenta con lui per l'ottima lavoro, anche se sta cercando di ucciderli. I due si rendono conto che, per via dei danni alla simulazione, Badgey in effetti subisce le variazione ambientali e si stanca così, dopo aver fatto salire una ripida scala all'ologramma, Rutherford decide di passare a un ambiente polare, ancora più ostile.

Boimler e Mariner riescono quasi ad avere la meglio sul nucleo del computer che ora è diventato a tutti gli effetti un robot tentacolare senziente: Fletcher vorrebbe insabbiare tutto e inventarsi una storia che dia la colpa ai Q, gli altri due lo mettono fuori combattimento e si dedicano a una vera soluzione, riuscendo a catapultare il meccanismo fuori dalla nave.
Il robot attacca la nave Drookmani proprio quando in plancia Freeman dà l'ordine di attaccare solo per rendersi conto che le armi non sono operative per i troppi danni subiti. La nave nemica comincia ad andare alla deriva mentre il nucleo del computer ne cannibalizza le parti.

Sul ponte ologrammi, immersi in una tempesta di neve, Rutherford dice a Tendi di proseguire nella fuga, mentre lui si ferma per affrontare Badgey. Dopo una violenta colluttazione, il programma sembra avere la meglio sul guardiamarina, ma infine il freddo intenso lo porta quasi alla paralisi, così che Rutherford riesca a disabilitarlo prima di soccombere.
Poco dopo, in sala macchine Billups annuncia il completamento delle riparazioni: il ponte ologrammi così torna pienamente operativo e la simulazione di Rutherford riprende da zero con Badgey apparentemente del tutto all'oscuro di quanto successo nella sessione precedente. Rutherford e Tendi lasciano il ponte molto scossi.

Ransom si reca negli alloggi dei guardiamarina pretendendo una spiegazione a quanto rilevato dai sensori. Mariner inventa una storia in cui Fletcher ha volontariamente effettuato una modifica al nucleo isolineare per renderlo un'arma contro i Drookiani e salvare la Cerritos. Grazie a questa descrizione dei fatti, Fletcher viene promosso a Tenente e trasferito sulla Titan.
Boimler è abbacchiato in quanto pensa che Fletcher abbia ricevuto una promozione senza meritarla e per di più sulla nave a cui lui ambisce. Tuttavia riconosce che un cambiamento di ambiente e una promozione saranno sicuramente la spinta necessaria a Fletcher per migliorare il suo comportamento.

Sei giorni dopo, Fletcher, in collegamento subspaziale con i suoi ex colleghi, spiega di essere stato licenziato e degradato di nuovo a guardiamarina per aver gettato spazzatura nel nucleo di curvatura: chiede aiuto a Boimler e Mariner per mettere una buona parola per lui e tornare sulla Cerritos, ma i due simulano una interferenza generata da una spaccatura temporale e da un Q.
Liberatisi di Flatcher, Boimler dice che non vuole avere niente a che fare con persone come lui: al contrario Mariner, pur non essendo sempre ligia ai regolamenti, sa bene quando fermarsi e non oltrepassare il limite. Subito dopo lei gli spiega di aver sottratto a nome di Boimler le chiavi del Captain's Yacht e di voler fare un giro.

Sezioni

In questo episodio…

  • Veniamo a sapere che i quattro protagonisti, insieme a Fletcher, fanno parte del Turno Beta
  • Incontriamo i membri del Turno Delta, già menzionati in precedenza in Temporal Edict, ma non visti. Due dei suoi membri sono similissimi a Mariner e Boimler, ma tuttavia mantengono una grande rivalità e un rapporto conflittuale con loro
  • Sentiamo parlare della USS Titan e scopriamo che si tratta della "nave preferita" di Boimler. La nave tornerà nella serie con un ruolo più esteso in No Small Parts

Note

  • Il fatto che Badgey mostri una barra di progresso e ogni tanto si blocchi è una presa in giro ai software del XXI secolo che mostrano a volte rallentamenti inspiegabili e fastidiosi all'utente. Rutherford per risolvere usa la tipica "soluzione IT": riavviare la simulazione
  • Prima di soccombere al freddo, Badgey invoca l'immunità diplomatica come l'antagonista principale nel film Arma letale 2
  • Le "chiavi" dello Yacht del capitano sono in realtà un circuito isolineare: questo è attaccato a un portachiavi con le sembianze di un Tribolo
  • Pur avendo creato una certa aspettativa all'inizio dell'episodio, non si spiega per quale ragione i detriti del relitto fossero così importanti per la Flotta Stellare

Blooper

  • Nella trasmissione finale dalla Titan, Fletcher indossa la uniforme della Cerritos, ma in No Small Parts vedremo che non è lo stesso modello indossato dall'equipaggio di quella nave

Continuity

Citazioni

Badgey: Fun fact: I'm gonna rip your eyes out!
Tendi: That fact wasn't fun!

Shaxs: Phasers locked onto their warp core, Captain. Please, please let me shoot their warp core! I have been very good this month!
Freeman: Evasive pattern Sulu-Alpha.
Shaxs: OH, COME ON!

Riferimenti

Riferimenti diretti PREVIEW 👁‍🗨

Riferimenti SMW backlink PREVIEW 👁‍🗨

Collegamenti esterni

Interwiki

Identificativi esterni

Annotazioni


Navigatore Globale