Memento Mori

Da Wikitrek.
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Ico-SNW.SVGStagione 1 di Strange New Worlds
Alias:Momento Mori
Stagione:1
Numero di produzione:104
Data di pubblicazione originale: Paramount+
Data di pubblicazione in Italia: Paramount+
Regista:Dan Liu
Data stellare:
  • 3177.3
  • 3177.9
Anno della timeline:2259
Ambientazione principale:Pressi di Finibus III
Posizione nella lista:4

Modifica i dati nella pagina della entità su DataTrek

Memento Mori è un episodio della prima stagione di Star Trek: Strange New Worlds.

L'equipaggio della Enterprise è impegnato nella consegna di un apparato di trattamento aria alla colonia su Finibus III, ma al suo arrivo non troverà altro che distruzione. Il recupero di un gruppo di sopravvissuti sarà solo il preludio a un attacco devastante alla nave. Il capitano Christopher Pike dovrà usare tutta la sua astuzia per tenere a bada il nemico, ma solo La'an Noonien-Singh troverà la chiave per la salvezza dell'equipaggio.

Trama

Primo atto

Secondo atto

Terzo atto

Quarto atto

Sezioni

In questo episodio…

  • Vediamo celebrato il "Giorno della Memoria"
  • vediamo quella che è definita "Stiva di carico principale" della Enterprise: apparentemente si trova nel ponte inferiore a quello dell'hangar navette.
  • Scopriamo che, almeno stando ai ricordi di La'An fatti riemegere da Spock attraverso la fusione mentale, nel pianeta nursery dove i Gorn avevano deportato lei e l'equipaggio della SS Puget Sound, i membri dello stesso non erano detenuti nel senso tradizionale del termine, quanto piuttosto lasciati a loro stessi, comunque all'occorrenza a disposizione della specie rettile tramite la caccia. Seppur con delle plausibili differenze, questa caratteristica ricorda un tratto degli Hirogeni.
  • Abbiamo conferma definitiva che l'esistenza di Michael Burnham sia stata completamente rimossa dai database della Flotta, infatti La'an è confusa nell'apprendere dell'esistenza di una sorella di Spock, quando questa non è menzionata nella sua scheda personale.
  • Hemmer inizia qui la sua funzione di mentore di Uhura: dopo aver mostrato la sua indecisione sul restare nella Flotta Stellare in Children of the Comet, la guida dell'ingegnere le servirà per decidere di restare nell'organizzazione in All Those Who Wander.

Note

  • Memento mori significa "ricordati che devi morire" e rappresenta un monito alla fragilità della vita. Il titolo del finale della prima stagione di Star Trek: Picard, Et in Arcadia Ego, Part I, è una frase celebre dello stesso tipo.
  • Sembra molto strano che, come appuntato dal fratello di La'An nei ricordi di quest'ultima, i Gorn abbiano un modo di comunicare che mette i loro segnali luminosi in corrispondenza biunivoca con le lettere dell'alfabeto latino e con i numeri arabi. Già solo considerando altre forme di scrittura terrestre (come quelle cinese e giapponese), questo non è verificato, ed è il principale motivo che rende il procedimento di traslitterazione non preciso e non univoco (si pensi, per citare un esempio fra tanti, a Guldo/Gurudo e Likoom/Rekoom della squadra Ginew di Dragon Ball). Anche ammesso che questa corrispondenza esista, non stabilisce comunque univocamente un linguaggio: pensiamo, molto semplicemente, alle molte lingue che condividono l'alfabeto latino.
  • Questo episodio, quarto di Star Trek: Strange New Worlds, va ad accodarsi ai 13 della quarta stagione di Star Trek: Discovery e ai 10 della seconda stagione di Star Trek: Picard trasmessi durante l'anno televisivo 2021-22. Il totale di 27 episodi live show è il più alto dall'anno televisivo 1999-00 compreso; il monte di 33 a cui si arriverà al termine della prima stagione di questa serie sarà più basso soltanto delle annate in cui veniva trasmessa Star Trek: Deep Space Nine, con i 52 episodi degli anni 1993-94, 1995-96, 1996-97, 1997-98, 1998-99, i 46 episodi dell'anno 1992-93, e i 42 episodi dell'anno 1994-95 (negli anni '90 lo standard per le stagioni era di 26 episodi, tranne le prime di Star Trek: Deep Space Nine e di Star Trek: Voyager, rispettivamente di 20 e di 16 perché aventi inizio con gli anni solari 1993 e 1995).

47

  • Ad inizio episodio la data stellare è 3177.3 (3+1 = 7-3 = 4); alla fine è 3177.9.
  • Uhura afferma che il dispositivo AP350 è stato inventato nel 2234 (2+2=4 e 3+4=7).
  • Ad un certo punto, i Gorn sono a 37 (metà di 74) secondi dall'intercettare la Enterprise: si vede su di uno schermo un timer che segna 00:37.

YATI

  • In Dagger of the Mind Spock aveva affermato (o affermerà, dal punto di vista in-universe) di fondersi mentalmente per la prima volta con un Umano, ma qui effettua una fusione mentale con La'An, circa sette anni prima degli eventi narrati nel menzionato episodio della Star Trek: The Original Series.
    A meno che in futuro ci saranno motivi fondati per non menzionare questi fatti, come la segretezza sulla Discovery imposta alla fine di Such Sweet Sorrow, Part 2 (al cui proposito peraltro La'An viene a conoscenza, mentre è fusa mentalmente, del fatto che Spock avesse una sorella), ma non sembra che questi eventi abbiano particolari motivi per essere negati in seguito.
  • La'an capisce del coinvolgimento dei Gorn quando si trova vicino al tunnel che collega la Enterprise con il vascello dei coloni. Nonostante quindi le sia ben chiaro che gli scudi non possono essere alzati, chiama la plancia per chiedere che vengano sollevati. A peggiorare la situazione, invece di attivarsi per evacuare il tunnel e ritrarlo (o espellerlo, tramite un qualche meccanismo di sicurezza che deve senza dubbio esistere), si precipita verso il centro della struttura solo per guardare fuori da un oblò, contribuendo quindi a peggiorare la situazione.
  • Lo spostamento verso il rosso non è una "illusione" come la definisce Spock: è una modifica reale della lunghezza d'onda di una emissione elettromagnetica.
  • Il modo in cui Pike vorrebbe usare il redshift è piuttosto ridicolo. Per prima cosa un oggetto appare effettivamente "congelato" solo quando supera l'orizzonte degli eventi di un buco nero, non quando gli orbita intorno nel suo disco di accrescimento. Secondo, il suddetto disco raggiunge temperature ed emette radiazione altamente energetica che potrebbero facilmente distruggere una astronave, specialmente danneggiata. Terzo, nonostante tutto il discorso sulla fisica del buco nero, il piano di Pike si riduce a espellere lo AP 350 e a lasciarlo esplodere, contanto sul fatto che i Gorn si sarebbero fatti distrarre dall'esplosione. Se è vero che sono una razza di predatori instancabili e inarrestabili, non si capisce come non abbiano semplicemente fatto ulteriori analisi per determinare la massa del materiale esploso o per rilevare la Enterprise mentre si allontanava dal buco nero.
  • M'benga dice che, dopo il primo attacco, ci sono 9 vittime confermate. Successivamente muore almeno un altro membro dell'equipaggio, ma alla fine La'an dice che hanno perso la vita 7 dei suoi colleghi
  • Nonostante Hemmer abbia fratture multiple alle mani, dopo che ha indossato la tuta EVA sembra poter usare gli arti senza problemi

Citazioni

Hemmer: I will not fight for Starfleet. But I will defend its ideals. Pacifism is not passivity. It is the active protection of all living things in the natural universe.
Uhura: A matter of perspective.

La'an: You lost someone too, didn't you? You had a… a sister. But Starfleet records don't show any…
Spock: They do not.
La'an: She sacrificed herself for you, too, didn't she?
Spock: I think we should end this mind meld now.

Pike: Open a channel. Ship-wide. Attention, this is the Captain speaking. Earlier today, we were reminded of the cost of exploration. What it means to chart the stars, to push the boundaries of what is known and what is possible. When we seek out the unknown, we will find things that challenge us. That frighten us. But we do not back down. We do not give in to fear. And I believe today will not be our last mission, but our finest hour. All hands make ready for impact.

Continuity

  • Il fatto che il vascello cargo con i superstiti di Finibus III fosse costituito da un materiale che per contenere le radiazioni impediva il teletrasporto potrebbe essere un riferimento ad Arena, che oltre ad essere il primo episodio (in ordine di produzione e di trasmissione) a mostrare i Gorn, è anche il primo episodio (sempre dal punto di vista televisivo) ad introdurre un limite del teletrasporto che sarà utilizzato più volte nel corso delle varie serie, nella fattispecie quello di non passare attraverso gli scudi.
  • Un altro riferimento ad Arena potrebbe essere presente quando Pike afferma che la prossima volta saranno più preparati a combattere i Gorn: in questo episodio infatti l'Enterprise sembra essere in inferiorità anche solo nei confronti di una singola nave Gorn e costretta alla fuga, mentre invece in quello della Star Trek: The Original Series sarà la specie rettile a scappare da Kirk, salvo poi finire entrambi nel territorio dei Metron. È però anche possibile che la battuta del capitano si riferisca ad eventi che vedremo svolgersi in futuro nel corso di questa serie.

Produzione

  • Questo episodio è stato originariamente annunciato con il titolo di "Momento Mori".

Riferimenti

Riferimenti diretti

Riferimenti inversi

Immagini collegate

Collegamenti esterni

Interwiki

Identificativi esterni

  • 53369, Identificativo TV Show Transcripts

Annotazioni